tommaso domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 02/06/2015

Bari

confusione

Salve mi chiamo Tommaso ho 37 anni e vorrei un vostro parere e un consiglioin merito alla mia situazione vi spiego in poche parole conosco la mia attuale moglie dal 2000 e stata la mia prima ragazza e nel 2003 ci siamo sposati tutto bene nel 2004 nasce mia figlia tutto a meraviglia purtroppo con il passare del tempo abbiamo avuto un po di dificolta economiche io delle dificolta di salute pensavo che si potessero superare però Aime ho scoperto che mia moglie nel 2009 mi ha tradito con un suo collega potete immaginare la tragedia decido di andare via di casa ci resto per tre giorni poi innamorato decido di riprovare e stata dura mi sembrava che le cose potessero funzionare ancora ma evidentemente mi sbagliavo provo ancora tanta rabbia e rancore per quello che ha fatto due anni fa trovo un nuovo lavoro mi affeziono a una collega lei 48 anni anche lei con problemi con il marito iniziamo a confidarsi l'uno dell'altro da li a poco mi sono innamorato di lei abbiamo una relazione che è andata avanti per un anno e mezzo stavo benissimo ero felice ma tre mesi fa finisce tutto gli racconta tutto a suo marito e decide di dare una seconda possibilità a suo marito il problema è il mio io spero sempre che lei possa cambiare idea e provare a stare con me io dico tutto a mia moglie lei mi ha perdonato però io sono confuso voglio andare via di casa per riflettere un po e dimostrare alla mia collega che non sono come gli altri che è veramente lei che voglio adesso la domanda è faccio la cosa giusta andando via di casa per riflettere se effettivamente provo amcora qualcosa per mia moglie oppure amo davvero la mia collega??spero possiate aiutarmi grazie di cuore

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Barnaba Inserita il 03/07/2015 - 15:56

Gentile Tommaso, lei e sua moglie avete attraversato indubbiamente momenti critici nella vostra vita di coppia. La confusione in cui si trova in questo momento è lecita ma forse sarebbe più utile approfondire meglio i suoi dubbi, le sue difficoltà attraverso un colloquio di persona con uno psicologo con cui eventualmente iniziare anche un breve ciclo di incontri. Probabilmente si potrebbe allargare il setting anche a sua moglie proponendo un percorso terapeutico di coppia.
La saluto cordialmente
Dott.ssa Barnaba - Taranto