elena  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/06/2019

Milano

Cuore diviso a meta'

ho 40 anni e sono sposata da 7 con un figlio di 6 anni.
sto bene con mio marito eì l uomo ideale, soprattutto per me, abbiamo un carattere molto differente ed e' questa la salvezza.....tra di noi non c'e' mai stata molta alchimia ne passione, ma con lui sto bene, mi sento al sicuro...
il problema e' che da un anno e mezzo frequento un altro uomo del quale mi sono innamorata...la situazione e' degenerata e ora ci troviamo a parlare di vivere insieme sapendo benissimo che e' una cosa sbagliata, soprattutto per mio figlio che e' molto sensibile ed e' ancora molto piccolo....in piu' c'e' il fatto che io non sono cosi sicura di voler lasciare la mia famiglia (e quindi mio marito) per un uomo che ha il mio stesso carattere.......ma in questo momento il mio cuore appartiene al mio amante e non so come fare per uscire da questa situazione che sta diventando piu' una sofferenza che una cosa bella......
spero che qualcuno mi possa rispondere. grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 23/06/2019 - 21:40

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Elena,
Leggendo il suo messaggio mi pare di capire che il coinvolgimento affettivo con il suo "amante" sia rinforzato dal fatto che riconosca in lui il suo "stesso carattere".
Quindi, una sorta di rispecchiamento in lui che le ha consentito, forse, di entrare in maggiore contatto con questa parte del suo carattere, la quale sembra, invece, inibita nella relazione con suo marito.
Pertanto, per uscire dall' empasse in cui si trova, può esserle utile fermarsi a riflettere su questa parte del suo carattere che emerge solo con il suo "amante".
Come mai ha preferito inibirla fin'ora? Cosa teme qualora questa parte possa essere lasciata libera di esprimersi?
Come sta al di là della specifica situazione che ha descritto?
Una consulenza psicologica individuale può aiutarla a fare chiarezza su questo punti e conseguentemente a decidere cosa sia meglio fare per lei.
Ad ogni modo, se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 26/06/2019 - 08:50

Gentile Elena, la sua situazione emotiva e affettiva meriterebbe un approfondimento perché a tratti può confondere. Suo marito è "l'uomo ideale" in che senso? Mi pare che utilizzi quest’aggettivo riferito a lui in senso "comune": è l'uomo che dà sicurezza, quello che ti fa star bene e sentire essere in un nido protetto. Era questo il suo ideale di uomo quando era giovane? Che cosa è cambiato negli anni… Proprio in virtu' di questa protezione, può emergere ora una parte di sé più profonda e passionale. Là può lasciarsi andare e vivere momenti intensi e specchiandosi in lui, ritrovarsi. Poi il suo principio di realtà le dice che deve tornare alla sicurezza e al comfort della famiglia. C’è un bambino. E' comprensibile la sua confusione: è molto probabile, ma bisognerebbe approfondire, lei abbia intuito che l'uno non può esistere senza l'altro, ha bisogno di sicurezza e di passione, contemporaneamente. In questo momento le trova in due uomini diversi e opposti. E' una situazione ambivalente che può provocare un disagio non da poco. Come superare questa scissione potrebbe essere oggetto di un lavoro terapeutico importante. La saluto.