Orielav domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/04/2015

Trento

La fiducia

Ancora 17enne ho conosciuto una ragazza di un anno più piccola di me, follemente cotto, non mi rendevo conto di quello che faceva e ovviamente mi ha tradito molte volte .Alla fine dopo numerosi tira e molla ci lasciammo definitivamente. Non me ne ero reso conto immediatamente ma tutti quei tradimenti hanno mi hanno reso un paranoico. La mia ragazza odierna sa perfettamente di questo mio problema e cerca di aiutarmi uscendo poco con le amiche e girando sempre con me. Ma il problema persiste. ogni volta che vuole fare un uscita con le sue amiche io dico di andare tranquillamente e subito dopo comincio a crearmi una quantità immensa di castelli mentali e immagino situazioni in cui potrebbe andare a cacciarsi e che dunque potrebbero portarla a tradirmi. Logicamente sto molto male e finisco con rovinare la serata sia a me che a lei. Ho tentato anche a convincerla di lasciarmi spegnere il cellulare per non disturbarla quando è in giro e lasciarmi da solo con le mie paranoie per provare a risolverle, ma lei mi chiede di scrivere con lei per parlare e per sapere come mi sento in quel momento. Più di una volta mi sono arrabbiato con lei senza alcun motivo, ma ogni volta mi dimostra che posso stare tranquillo e che non è successo nulla con prove inconfutabili. Ogni volta che le chiedo di guardare il suo cellulare non ha problemi a mostrarmi tutti i messaggi inviati con qualunque app (da facebook a whattapp). Anche dopo tutte queste rassicurazioni io comunque continuo a essere paranoico e temo che alla lunga questo potrebbe rendere la relazione invivibile. Io e lei parliamo molto e questo ci permette sempre di confrontarci. Ma non voglio arrivare al punto in cui parlare non basta più e il mio problema persiste ancora. Vi ringrazio in anticipo per qualunque aiuto mi darete.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 30/04/2015 - 01:41

Viterbo
|

Gentile Utente,

purtroppo le strategie che mette in atto non possono funzionare per superare il problema. L'ansia, l'insicurezza e la bassa autostima stanno probabilmente alla base del suo disagio e nel tempo questi atteggiamenti non fanno altro che "intossicare" il rapporto.
Sarebbe utile un intervento psicologico, contattando un Collega di persona.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
www.psicologoaviterbo.it