sara  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 15/03/2019

Roma

Pornografia e rapporto di coppia

Buongiorno,
scrivo perché sono disperata e sono in forte depressione.
Il prb è del mio compagno.
Siamo insieme da 2 anni e conviviamo da 1.
Il prb è questo:
mi ha sempre detto che a causa di una depressione di molti anni prima era cambiato e non sentiva più molto desiderio e interesse verso il sesso.
Che aveva dei momenti in cui lo sentiva il desiderio e momenti no.
Lui e un ragazzo cmq timido e molto chiuso.
Famiglia chiusa, padre che lo ha sempre trattato come un buono annulla e madre iper protettiva che lo ha sempre trattato come un bambino.
Un incidente a 20 anni che lo ha reso parzialmente invalido ad un piede.
Non è mai stato passionale e si è sempre imbarazzato a parlare di sesso con me.
Io mi ero convinta che il prb forse non ero io ma un problema suo dovuto a chissà cosa e lo avevo accettato.
Fino a un mese fa quando sono tornata a casa prima e la ho trovato a guardare un video porno.
Io mi sono infuriata e lui ha detto che lo stava facendo perche doveva capire il suo primo, doveva trovarsi da solo di fronte alla cosa e capire cosa non andava in lui perché davanti ad un PC non c' era coinvolgimento, ne i miei sentimenti ne le mie reazioni.
Mi giuro che era stato un caso isolato e che cmq non era riuscito ad eccitarsi nemmeno davanti al pc.
La cosa però mi ha insospettito tanto è che ho controllato il suo telefono e ho scoperto che da quando ci conosciamo ( prima non potevo sapere ) lui visiona tutti i giorni video porno.
Ci sono stati periodi prima della convivenza in cui lo faceva anche 2/3 volte al giorno.
Non posso escludere che faccia anche sesso virtuale.
Giorni fa gliel ho detto e lui ha negato dicendo che era impossibile e che quello del mio rientro a casa era l' unico episodio.
Che l' ha fatto solo perché voleva cercare di portare la eccitazione sessuale a durare nel tempo e che lo aveva fatto per noi.
Che mai mi avrebbe fatto una cosa del genere.
Ora, so che è una bugia e lo comprendo.
Quello che non comprendo è il motivo percui mi abbia sempre detto che non era interessato al sesso quando invece per vedere porno tutti i giorni mi sembra anche più di interessato e soprattutto perché lo preferisce a me.
È un ragazzo che sul lato sessuale è un po' spento.Una sola posizione ogni tanto, si parte dalle coccole per 20 minuti e sembra che ci metta sempre un sacco di tempo a partire è come se non sapesse che fare a volte poi comincia dura non più di 5 minuti, appena arriva all' eiaculazione si deve subito pulire perché ha repulsione per il suo "sperma" e finisce li.
È molto dolce e affettuoso ma non ha mai atteggiamenti sessuali, maliziosi, provocatori con me se non in quei rari momenti che accadono solo di pomeriggio quando per caso sono a casa.
È limitato anche nella fantasia, molte cose anzi la maggior parte non le fa perché dice che non gli piace.
Insomma io sono disperata.
Mi ritrovo un uomo accanto che è tutta un altra persona rispetto a quella che ho conosciuto.
Esco da un divorzio da due anni dove mio marito mi ha abbandonato con un bimbo appena nato e ho riposto in lui tutta la mia fiducia con molta fatica e ho molta paura.Spero in un aiuto.
Grazie infinite.
Sara

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Irene Gambero Inserita il 18/03/2019 - 15:35

Milano
|

Salve Sara,
dalle sue parole risulta forte e chiaro quanto lei si senta perduta nel non riconoscere la persona che a fianco e sulla quale ha riposto tutta la sua fiducia. E' chiara anche la sua rabbia nell'aver scoperto che per tanto tempo le ha mentito.
Sembra aver scoperto che il suo compagno non è così poco interessato al sesso come pensava e credo che lei abbia tutte le ragioni ad arrabbiarsi per le bugie.
Se riuscisse a perdonarlo per questo, potrebbe provare ad instaurare un rapporto basato sulla reciproca sincerità e comprensione. Potrebbe provare ad aprirsi con lui sulle sue paure e sentimenti e chiedere che lui faccia lo stesso. Il fatto che il suo compagno si ecciti davanti alla pornografia non vuol dire per forza che non la desideri e che abbia mentito sul fatto di avere un problema. La masturbazione (con o senza video) molto spesso non causa disagi perchè non implica il doversi relazionare con un'altra persona. Spesso è proprio questo doversi relazionare che causa ansia da prestazione e disagi, anche se si desidera l'altra persona. Provi ad ascoltare il suo compagno ed eventualmente gli consigli di parlare con un sessuologo.
Spero che tutto vada per il meglio,
Dr.ssa Claudia Irene Gambero