elisa  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/02/2019

Pesaro Urbino

Consigli su come vivere la personalità di mio marito

Buongiorno,
mi chiamo Elisa, ho 43 anni e sono sposata da tre anni con un uomo di 45 dopo una mia separazione precedente.
Quando ho conosciuto mio marito sembrava una persona tranquilla, serena e pacata ma in diverse occasioni ha sempre dimostrato di essere ansioso e rispondere a situazioni normali con rabbia.Non ha mai alzato un dito su di me e non lo farebbe mai, ci giurerei ma sembra che non riesca a vivere serenamente cose di vita quotidiana; subito entra in ansia e si arrabbia.
E' veramente difficile vivere con una persona del genere.
Ho sempre provato ad "educarlo" alla tranquillità facendogli notare (forse in modo sbagliato a questo punto) che una finestra aperta per far prendere aria alla sanza, per esempio, non è motivo di reagire "attaccando" o che un cambio di programma non deve creare ansia ma ahimè, anche se la situazione è migliorata da tre anni a qusta parte, ha fatto scattare anche in me reazioni poco "razionali".
Perdo la pazianza nei suoi confronti in pochissimo tempo adesso e mi sento davvero frustrata in quanto ovviamente tendo a non creare situazioni che potrebbero metterlo a disagio venendo però a meno alle mie libertà di vita quotidiana e non.
Quei pochi momenti invece dove la sua personalità è calma e tranquilla sono stupendi.Abbiamo gli stessi gusti musicali, culturali etc..quindi riusciamo a stare veramente bene insieme.
Il suo essere una persona che io definisco "guerriero" e credere così tanto in certi valori, fa sì che io lo veda anche come un angelo enn solo un burbero brontolone.
E' una persona divertente e buona ma nella vita quotdiana si dimostra quasi un bambino che fa i capricci e incapace di vivere una vita normale con responsabilità che una famiglia comporta.
Cosa posso fare per aiutarlo e di conseguenza vivere meglio questo matrimonio?
grazie per i consigli e buona giornata!
Elisa

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 27/02/2019 - 20:52

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Elisa,
Può "aiutare" suo marito provando a modificare l'atteggiamento verso di lui.
Ossia: può provare ad avvicinarsi a lui chiedendogli come si sente in questo momento della sua vita, come sta.
Infatti, ciò che ha descritto, mi fa ipotizzare che suo marito stia vivendo un momento di tensione che si esprime attraverso reazioni sproporzionate rispetto agli eventi attivanti (" finestra aperta").
È possibile stabilire questo confronto con suo marito? Inoltre, al di là del problema specifico che ha descritto, come va la relazione con lui? È soddisfatta del matrimonio?
Come si sente nel pensare che all'inizio suo marito "sembrava una persona tranquilla", mentre ora "entra in ansia"?
Come sta lei in generale?
Se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).