Giorgio  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 06/04/2018

Tipologia di psicologo da scegliere

Gentilissimi,
Vi contatto perché mia nipote (17enne) soffre di frequenti attacchi d'ansia, problemi nella gestione delle emozioni, tratti depressivi ed estremo nervosismo (vomita spesso per il nervosismo). Ci sono anche altri elementi ma sarebbe troppo complicato scriverli qui. Inoltre penso che questa instabilità sia dovuta da frequenti trasferimenti internazionali (Italia-Germania) con i relativi problemi causati da ciò: instabilità emotiva familiare, i genitori sono stati spesso vicino al divorzio, lei ha subito bullismo sia in germania che in italia, il padre ha vissuto lontano dalla famiglia per anni, frequenti cambi di classe e amici a livello scolastico.
Quello che vorrei sapere è che da che tipo di psicologo/a dovremmo mandarla. Psicologia infantile (poiché minorenne) o altro?
Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 06/04/2018 - 19:41

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Giorgio,
Da ciò che narra mi sembra che la soluzione migliore sia proporre una terapia familiare che aiuti tutti i componenti della famiglia a capire cosa stia succedendo e a trovare un nuovo assetto familiare. Infatti sua nipote sembra farsi carico del malessere che riguarda tutta la famiglia,manifestando sintomi clinicamente significativi che fungono proprio da segnale d'allarme per tutta la famiglia.
Diversamente,una terapia individuale rivolta solo a sua nipote potrebbe intervenire solo sui sintomi,ma non sul sistema famiglia che, come già ha intuito lei, mantiene attivi i disagi della ragazza.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 08/04/2018 - 09:53

Gentile Giorgio,
Vi consiglierei uno psicologo ad orientamento sistemico ccosì che anche gli altri membri della famiglia possano essere coinvolti. Il professionista poi valuterà se con una terapia familiare o se con una terapia indivduale con aperture agli altri membri. L'adolescenza è un'età difficile, tra desiderio di separarsi dalla famiglia e bisogno di rivolgersi ancora a loro. E' necessario trovare un equilibrio e intervenire prima che i sintomi si consolidino.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa ad orientamento sitemico-relazionale
Arluno (MI)