Alberto domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 13/03/2018

Salerno

Come superare una serie di lutti ?

Buongiorno
Vorrei alcuni consigli su come superare una serie di lutti avvenuti a breve distanza l'uno dall'altro.
Premessa
Sono stato sempre un ragazzo molto sensibile e timido colpa anche dell'obesità e del mio orientamento omosessuale. Ho 25 e forse per questa immagine così negativa che ho di me stesso non ho mai avuto il coraggio di avere un esperienza sessuale nonostante provi con le chat mi fermo forse perché non mi considero desiderabile da quel punto di vista. Quindi non mi sono mai innamorato.
Problema
Oltre a questa premessa sulla mia vita sessuale assente e quindi non soddisfacente negli ultimi 3 anni ho avuto una serie di lutti conseguenziali alcuni di essi improvvisi.
Tre anni fa è morta nonna 80 anni dopo un periodo di malattia, 5 mesi dopo nonna é morta mia sorella di 27 anni con un ictus lasciandoci in eredità un piccolo nipote di 3 anni. Dopo 10 mesi dalla morte di mia sorella viene a mancare mio padre di 57 anni con un infarto. Infine ciliegina sulla torta una settimana fa muore dopo una lunga malattia una mia carissima zia (sorella di mamma )con la quale passavamo insieme moltissime festività e vacanze in famiglia. Vivo di ricordi belli e non so se riuscirò ad essere di nuovo felice a creare nuovi ricordi felici soprattutto dopo queste bastonate. La famiglia si è decimata resta solo mia mamma e mio fratello. C'è da dire che da 5 mesi faccio il lavoro che mia piace e che mi permette di vivere da solo lontano 5 ore auto da casa. Tuttavia questi lutti mi inducono probabilmente a stati depressivi in cui faccio fatica a prendermi cura di me (un po' sciatto) ad essere distratto e non molto attento soprattutto a lavoro e come se avessi perso la concentrazione e lo capisco dal confronto con i miei coetani colleghi di lavoro. Mi sento devastato e ovviamente insieme a me anche i superstiti non so più cosa mi renda felice da dove ripartire ? Da dove ricominciare per essere più lucidi e produttivi ? Come superare Tutti questi cambiamenti e cercare di affrontarli nel modo più sereno?
Ps so anche che solo chi è nella mia situazione può capire che dolore si prova e quindi so anche che il mio umore triste dagli può essere visto come arrendevolezza.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 13/03/2018 - 12:41

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Alberto,
ciò che ha narrato pone in secondo piano proprio Alberto: le sue difficoltà, le sue risorse e quindi le potenzialità di cui dispone per elaborare i lutti descritti.
Quindi la prima cosa da fare è ricentrare l'attenzione su di sè, come già ha iniziato a fare svolgendo un lavoro che la soddisfa, aspetto che mi induce ad ipotizzare che nonostante la descrizione fatta di sè, ha diverse risorse da attivare per superare "gli stati depressivi" descritti.
Purtroppo la morte dei nostri cari è un evento che non possiamo controllare, ciò che possiamo fare è portarli dentro di noi mentre svolgiamo le consuete attività della nostra vita. Per fare questo è necessario elaborare il lutto e nel suo caso specifico, comprendere più a fondo come mai non ha una vita sentimenatale soddisfacente che la rende solo e a cosa si riferisce quando parla del suo "orientamento sessuale".
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Studio Itaca  Inserita il 13/03/2018 - 11:14

Caro Alberto,
lei ha vissuto una serie di perdite la cui elaborazione risulta complessa. Dagli elementi che ci ha fornito potremmo ipotizzare che stia vivendo uno stress traumatico per la scomparsa improvvisa di diverse persone a lei care. In questi casi è importante farsi sostenere da un professionista nell'elaborazione del lutto, ed in particolare potremmo suggerirle un trattamento basato sull'EMDR ( (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari) un trattamento per le conseguenze delle esperienze traumatiche che può dare sollievo e aiutare nell'elaborazione della perdita di una persona cara.
Restiamo a disposizione
un cortese saluto
StudioItaca