Paolo domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 12/03/2016

Mantova

Forse ho il Doc o sono realmente omosessuale?

Buongiorno mi Chiamo Paolo e ho 18 anni, faccio una piccola sintesi di tutto quello che provo perché ho davvero tante cose da dover dire. Incomincio subito col dire, che sono molto timidio e insicuro e sin da piccolo ho sempre avuto modo di "giocare con le bambine anziché con bambini" e questo mi ha portato ad avere un lato femminile abbastanza forte ma non sono molto effemminato. Per quanto riguarda il sesso sin da piccolo mi hanno eccitato solo i maschi ma li penso più che altro solo per il sesso, mentre già da piccolo mi innamoravo più sentimentalmente per le ragazze. Non ho ancora mai avuto un rapporto ne con maschi ne con femmine solo che ultimamente sto passando dei giorni di inferno, Passo tutto la giornata al pensare che sono gay e sono quasi sicuro di esserlo anche perché riesco solo a pensare ed eccitarmi per i maschi la stranezza però è che mi eccito se so che loro sono "etero" se so che sono gay o effemminati no. Vivo con ansia e nervosismo tutto il giorno e confrontandomi con altri ragazzi in internet che hanno il doc, mi sembra di averlo tranne che per il fatto che so che chi ha il doc generalmente non prova forti attrazioni verso i maschi, al contrario ho letto che gli omosessuali repressi vivino angoscia e rabbia con se stessi e io penso di essere così ma sinceramente non voglio, non voglio vivere una vita con un maschio. diciamo che io voglia andare con loro solo per quanto riguarda il sesso, e leggendo alcuni siti su internet dicono che posso essere una semplice perversione rivolta verso figure maschili metre altri dicono che questo avviene quando non ci si accetta completamente, ma io non voglio farlo. vorrei provare ad andare con una ragazza ma non voglio andarci solo per prendarla in giro se non ho mai avuto attrazione verso di loro, come potrei stare con lei e tenermi dentro il fatto che ho sempre provato attrazione per i maschi? non si sentirei a mio agio e lei lo capirebbe anche perché sono molto timido. Io non vorrei essere gay perché una relazione la vorrei avere con una donna anche se le mie ossessione mi fanno perdere l'interesse. quindi ho sempre pensato di avere il doc ma ultimamente leggendo le caratteristiche degli omosessuali repressi mi sembra di essermi ricreduto ma io non voglio. quando sto vicino ad un gay mi viene l'ansia ma anche quando sto vicino ad una ragazza. Devo dire che ogni volta che mi eccito per i maschi sono sereno non provo ansia, è anche questo che mi fa pensare di non avere il doc perché in genere chi ha il doc queste attrazioni le vive con ansia mentre io no. Non c'e' la faccio più vivo solo con questo pensiero e ho paura di dover stare con una ragazza solo per farmi vedere, perché di attrazione fisica per loro non provo niente, mentre sentimentalmente qualcosa si e vorrei starci. Quindi per concludere ho la convinzione di essere gay ma non voglio assolutamente non mi accetterei mai, ma sono convinto anche di poter avere il doc, chiedo continuamente rassicurazione a mia mamma. però sono queste vere attrazioni fisiche e sessuali che ho sempre avuto solo verso i maschi che mi fanno credere di essere gay, ma non voglio e provo tanta ansia, anche se però con un maschio vorrei provare visto la mia attrazione. Vi ringrazio se riuscirete a rispondermi e spero tanto di non essere gay. Grazie e buona giornata.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Rosalia Abitante Inserita il 17/03/2016 - 08:42

Buongiorno Paolo,

vista la sua eta' penso che lei stia attraversando una fase della vita in cui l'incertezza e la confusione rispetto al proprio orientamento sessuale e' abbastanza comune.
Sentimenti di ansia e angoscia possono presentarsi quando siamo chiamati a risolvere compiti evolutivi cosi' importanti.
Le domande che si pone sono un buon punto di partenza, saper attendere le risposte e darsi del tempo per capire e' altrettanto importante. Il riconoscimento e l'accettazione del proprio orientamento sessuale e' fondamentale per un sano equilibrio e un'esistenza serena ma implica tante difficolta' e conflitti che devono essere elaborati e risolti poco per volta; un buon percorso psicologico potrebbe senz'altro guidarla in questo.
Per quanto riguarda il DOC ( Disturbo Ossessivo Compulsivo ), non vedo, da cio' che ha raccontato, i presupposti per un'ipotesi di questo tipo.


Saluti
Dott.ssa Rosalia Abitante