marina domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 05/04/2014

Catanzaro

Bambino che ha paura di vomitare

Salve sono mamma di due splendidi bimbi.. da un po di giorni che il mio bimbo di quattro anni si rifiuta di cenare perché ha paura di vomitare.. questo perché una sera è successo che si è sentito poco bene ha rimesso e da allora quando si avvicina l ora di cenare per lui inizia l incubo.. puntualizzo che gli altri pasti li fa sereno e tranquillo.. vorrei un consiglio riguardo il comportamento da assumere davanti a questa situazione.. il pediatra dice di far finta di niente che passa sola..grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marta Cogo Inserita il 22/04/2014 - 08:12

Buongiorno Marina!
Probabilmente per il tuo bambino l'esperienza del vomito è stata molto umiliante e le sensazioni che ha provato sono state così brutte che non vuole riviverle. Nessuno di noi vorrebbe stare male, tanto meno davanti ad altre persone, ma questa reazione mi fa pensare che forse per tuo figlio sia molto importante non mostrare mai le sue debolezze ed essere magari sempre un figlio "modello"...forse lui per primo non accetta di mostrarsi in una veste "poco piacevole", vorrebbe sempre essere amabile agli occhi degli altri e, vista l'età, soprattutto agli occhi dei genitori.
Se fosse così, potrebbe essere utile tranquillizzarlo sul fatto che vomitare o stare male succede a tutti, che succede anche alla mamma e al papà quando stanno male, che non bisogna vergognarsi. Se gli viene detto solo che deve mangiare tanto non succederà più, potrebbe non essere sufficiente perchè ciò che per lui è importante è capire che invece PUO' succedere ma non è un dramma e non lo rende meno amabile! Per il resto ci vuole un pò di pazienza e di tempo, nel frattempo provate a farlo mangiare in contesti e spazi diversi da quella sera.

Saluti.
Marta Cogo

Dott.ssa Patrizia Baroncini Lanzini Donzelli Inserita il 21/04/2014 - 21:07

Buongiorno,
effettivamente questo comportamento si risolve in modo naturale e spesso stando in compagnia di altre bambini (amici o cuginetti).
Eventualmente crei un gioco in cui per un giorno o due sono i suoi bambini a decidere il menù, magari inserendo un alimento di cui sono golosi. Per imitazione, se mangia uno poi lo fa anche l'altro. L'importante è far iniziare il fratellino che non ha questo tipo di difficoltà e stabilire col bimbo di 4 anni i passaggi per un avvicinamento graduale agli alimenti che sceglie. Mantenga un tono sereno e un po' di gioco.
Se vede che perdura per più di una decina di giorni contatti un professionista della sua zona.

Saluti.
patrizia Baroncini