Veronica domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 12/03/2014

Roma

Paure: come posso aiutare il mio compagno?

Salve, il mio compagno qualche giorno fa in preda ad una crisi di pianto e panico mi ha lasciata dicendo non so se ti amo. E' ritornato poi la sera chiedendo scusa del suo momento di scoramento ma sa di amarmi , il problema è che io vedo che non sta bene.
E' stato lasciato dalla moglie 1 anno fa perché non andavano d'accordo e lei non lo amava più.
Mi chiede con insistenza di tagliare i capelli e di restargli accanto perché la crisi non è passata.
Si è sentito in un attimo un uomo inutile pensando al passato con la ex , in colpa anche un po' per quello che era successo,un fallimento completo, sono giorni che litiga con la ex moglie per cose trascorse fino a quando non mi sono arrabbiata perché lo hanno fatto anche davanti ai figli e questo non credo sia giusto.Io sono molto preoccupata e non so come poterlo aiutare non è semplice, forse dovrebbe andare in terapia ma al momento non vuole.Grazie

  6 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonello Canneva Inserita il 20/06/2015 - 13:05

Bracciano
|

Salve Veronica, dal suo racconto appare evidente che il vostro rapporto è ancora fragile e parti affettive del suo compagno sono rimaste nel rapporto con la moglie, inoltre fa riflettere l'insistenza di tagliare i capelli, il quale si denota come nel nuovo rapporto ci siano tentativi di cambiamento tra il vecchio nuovo, un'oscillazione che amplifica ed evidenzia tanta insicurezza. Altresi' sarebbe interessante approfondire il suo ruolo. .. forse troppo marginale per una persona (il suo compagno) , il quale deve costruire l'edificio degli affetti sule macerie del passato (il vecchio rapporto).

Un caro saluto.

Dott.ssa Elena Nobiltà Inserita il 20/03/2014 - 23:24

Buonasera Veronica, leggendo il suo messaggio mi domandavo come mai le chiedesse di tagliarsi i capelli. A parte questa informazione, sembra che il suo compagno non sia ancora stato in grado di elaborare la fine del suo matrimonio. E' un fallimento talvolta difficile da superare ma in questo momento sta creando molta confusione anche all'interno della vostra relazione. Al momento lui sembra restio a farsi aiutare ma dovrebbe sottolineargli le conseguenze di questo sue insicurezze per il vostro rapporto. Potrebbe anche cercare di proporgli qualche colloquio di coppia per iniziare, facendogli sentire di essergli vicina. Apprezzo molto la sua attenzione nei confronti dei figli del suo compagno che, sono d'accordo, dovrebbero essere protetti dal conflitto che riguarda i loro genitori. Un caro saluto

Dott. Gianluigi Basile Inserita il 31/03/2014 - 12:33

Gentile utente,
penso che non sia facile stare nella situazione in cui il suo compagno fatica ad individuare con chiarezza le sue priorità. Tollerare le incertezze per un medio-lungo periodo non è mai semplice.
Lei dice che è preoccupata per lui, però ritengo che debba avere in mente anche il vostro rapporto e come questo può essere influenzato dai dubbi del suo partner.
Ritengo che in questi casi possano risultare utili dei colloqui psicologici con un professionista per mettere sul tavolo e trovare soluzioni a tutte le difficoltà che in questo momento lui sta attraversando, ma che di fatto hanno un peso anche su di lei.

Resto in ascolto.

Dott. Giovanni Ruggiero Inserita il 19/03/2014 - 08:10

condivido l'opinione dei miei colleghi riguardo alla possibilità che il suo compagno non abbia ancora elaborato l'emotività della sua separazione.


faccia attenzione a non lasciarsi "manipolare" da lui: nel senso in questo momento di fragilità di lui, lei stia attenta a mantenere la sua integrità ed individualità e non diventi la persona che lo asseconda in tutto pur di farlo stare meglio (la richiesta del taglio dei capelli mi suona perlomeno strana....).

un saluto.

Dott. Michele Matera Inserita il 16/03/2014 - 11:18

Gentile Francy, il suo compagno a quanto pare non ha ancora elaborato mentalmente ed emotivamente la separazione dalla sua ex moglie ed i continui litigi possono essere vissuti come un riavvicinamento alla figura idealizzata. Può sembrare strano, ma a volte anche una feroce lite può essere vissuta inconsciamente con sollievo perchè ci si avvicina all'oggetto desiderato.
Potrebbe provare ad incoraggiare il suo compagno all'incontro con uno psicologo assicurando anche la sua presenza in quel frangente.
Resto a disposizione

Dott. Michele Matera
Psicologo ad indirizzo Clinico e della Salute
info@michelematera.it
www.michelematera.it

Dott.ssa veronica alini Inserita il 13/03/2014 - 21:01

Buonasera,
da quanto si evince, con molta probabilità il suo compagno non ha ancora affrontato e razionalizzato la separazione dalla sua ex moglie e dal punto di vista emotivo non è ancora riuscito a rielaborare l'evento. La confusione che infatti lui manifesta anche nei suoi confronti potrebbe essere sintomo della sua insicurezza personale. Dovrebbe per questo realizzare un percorso che lo aiuti a chiarire quali siano i suoi valori e i suoi obbiettivi come uomo, ex marito, padre e compagno, al fine di acquisire una reale consapevolezza di ciò che è accaduto e di quale strada vorrà intraprendere. Rivolgersi ad un professionista lo farà stare meglio e lo aiuterà risolvere le sue difficoltà. Credo che ciò che lei potrebbe fare è proprio cercare di supportarlo nell'idea di iniziare a chiedere aiuto e farsi aiutare.Una domanda, perchè le chiede di tagliarsi i capelli?
Rimango a disposizione