Giovanni Sicilia  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 26/07/2020

Ascoli Piceno

Come superare la paura di guidare?

buon giorno.
ho una paura stupida ma che non riesco a superare: 2 anni fa (a 18 anni) presi la patente non senza patemi ma comunque mi impegnai a tal punto da riuscire ad ottenerla; il problema è che da allora non ho mai avuto il coraggio di guidare da solo senza mio padre nonostante lui me lo dica praticamente tutti i giorni di farlo, la notte non dormo perchè penso che per colpa di questa mia paura non riesco ad andare a trovare dei miei carissimi amici che abitano lontano da me (e con cui ho inventato scuse per non dirgli che ho paura di guidare) e inoltre quando vedo dei ragazzi più giovani di me guidare senza problemi e da soli mi vergogno.
sono uno studente universitario e ho finito gli esami il prima possibile (15 luglio ) per avere tempo a disposizione per guidare da solo ma a distanza di 10 giorni non mi sono manco avvicinato alla macchina. per favore potete darmi dei consigli su come superare questa mia sciocca paura??

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 26/07/2020 - 20:32

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Giovanni,
Comprendo e condivido la sua necessità di superare questa paura.
Può affrontarla seguendo due approcci:
1) lavorare sul sintomo: iniziare a guidare per brevi tratti (anche 5-10 minuti) nelle vicinanze di casa, in modo da provare a riprendere confidenza con l'auto rimanendo in un contesto più rassicurante, essendo vicino casa. Aumentare poi gradualmente il tempo trascorso in macchina e i percorsi.
2) intraprendere un percorso psicoterapia individuale che la aiuti a capire come mai questa paura sia nata e sia diventata così persistente nella sua vita. Che significati racchiude per lei l'abilità di guidare e conseguentemente l'autonomia che può trarre da ciò.
Capire, inoltre, come mai non riesce a dare fiducia a Giovanni in questo ambito della sua vita.
Le auguro, in ogni caso, di risolvere la sua situazione
Un caro saluto.
Dott. ssa Anna Marcella Pisani (Roma).