Federica domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 01/02/2018

Lodi

Convivenza

Buongiorno.
Sono una ragazza di 24 anni e tra poco vado a convivere dopo 8 anni di relazione ma sono terrorizzata all'idea di lasciare sola mia madre. Mia mamma è una vedova di 62 anni ed è in questa condizione da 10 anni. Siamo sempre state solo noi due, inseparabili e con un rapporto unico. Ho anche 2 fratelli che però hanno sempre avuto problemi di dipendenze e quindi siamo sempre state sole, inoltre lo scorso anno un'altra tragedia ha colpito la nostra famiglia rendendo lei molto più fragile, quando è venuto a mancare uno dei miei fratelli. Piango tutte le sere all'idea di lasciarla sola in quella grande casa e di separarmi da lei anche se vivrò nello stesso paese. Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 02/02/2018 - 09:31

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Federica,
comprendo le sue difficoltà nell'affrontare questo importante passo per la tua crescita personale che investe anche la sua vita sentimentale. Il suo sentimento di terrore sembra suscitato proprio dalla consapevolezza che andando a convivere potrebbe dare una svolta alla sua vita. Quindi è utile per lei porsi delle domande: come mai ha deciso proprio in questo momento della sua vita di andare a convivere? è una decisione presa di comune accordo con il suo compagno? quale significato attribuisce alla convivenza? quale posto occupa ora nella sua famiglia d'origine e le aspettative che ha sua madre rispetto a lei. Cercare di rispondere a queste domande le sarà utile per fare chiarezza dentro di sé e prendere la decisione più giusta per lei in questo momento della sua vita.

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 08/02/2018 - 17:20

Cara Federica,
lei si trova ad affrontare una scelta difficile e coraggiosa quanto necessaria. Comprendo la sua paura e il dolore per questa separazione ma penso anche che le persone a noi care hanno molte più risorse di quanto ci immaginiamo.
La scelta della convivenza è sana e indispensabile per la sua crescita. Sono sicura che la mamma saprà cogliere questo momento per mettersi in gioco e trovare un nuovo equilibrio personale e poi la potrà comunque sostenere a distanza.
Non lasci che la "dipendenza" diventi anche un suo problema, apra le ali e spicchi il suo volo! Coraggio, dr Katjuscia Manganiello