Maria domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 06/10/2016

Pescara

Esclusione familiare

Quali conseguenze sul piano relazionale e affettivo comporta l'esperienza dell'esclusione di un membro di una famiglia (figlio) da parte degli altri membri (madre, sorelle etc) ?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anastasia Zottino Inserita il 09/10/2016 - 07:05

Gentile Maria,
quella che lei pone è una domanda molto diretta e precisa, ma apre ad ampie possibilità di riflessione. Intanto non bisogna pensare secondo una logica causa-effetto, cioè non sempre lo stesso evento porta ad una conclusione univoca ed uguale per tutti e, allo stesso modo, una condizione finale simile può originare da diversissimi contesti. Per questi motivi non è possibile dare una risposta altrettanto precisa e puntuale alla sua domanda. E’ interessante riflettere, piuttosto, sui termini di questa esclusione: cosa significa, come si manifesta, in quali situazioni e contesti, come risponde la persona, riconosce l’esclusione e se si come la fronteggia. A volte da un evento disastroso possono emergere cambiamenti importanti e positivi, a volte, invece, basta un piccolo cenno per ferirci in profondità. La famiglia è il nostro primo ambiente sociale, dove impariamo a stare con gli altri, conosciamo noi stessi attraverso i loro occhi e l’immagine che le persone per noi importanti ci rimandano. La famiglia perfetta non esiste, ma è importante capire se il sistema famiglia riesce a ricucire, quando ci sono degli strappi, ad essere un porto sicuro a cui far ritorno, pur mantenendoci liberi di esplorare autonomamente il mondo che ci circonda. La famiglia è il luogo da cui proveniamo e a cui torniamo. A volte, alcuni sistemi familiari, creano al loro interno delle dinamiche dolorose, a cui sarebbe interessante guardare non tanto prendendo il singolo membro come “problema”, ma aprendo la possibilità a guardarsi tutti in termini di relazione l’uno con l’altro, di modalità di interagire come sistema complesso, in cui ogni membro da il suo contributo ed ha la sua rilevanza.
Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti le invio un caro saluto.
Dott.ssa Anastasia Zottino
Psicologa
Aprilia (LT)