Daniela  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 19/04/2021

Perugia

Sono molto preoccupata per mio figlio.

Buon giorno. Sono la mamma di un ragazzo di 20 anni che pero’ e’ cresciuto da poco. Fino a poco tempo fa passava le giornate tra play station e pc. E’ un ragazzo bravissimo. Non beve non fuma non ha grilli per la testa. Fa unoversita’ di economia al primo anno ed e’ bravo. E’ un po viziato da me, io e suo padre siamo separati e lui da me ottiene piu o meno tutto quello che chiede ( nei limiti del possibile certo ma cerco di accontemtarlo sempre ) la questione e’ questa: lo scorso anno ha conosciuto una ragazza si sono frequentati per pochi mesi poi ad un certo punto lei lo ha lascito dicendo che non provava un sentimento forte. E poi lo vedeva un po fragile. A premetto che mio figlio e’ un buono, forse troppo. non risponde mai. Parla poco e’ molto chiuso e non si fa rispettare. Si e’ educato ma a me sembra fin troppo da farsi mettere la testa sotto i piedi da tutti. Comunque ha sofferto molto per questa ragazza poi si e’ ripreso. Ora ne ha conosciuta una che frequenta la stessa universita’ma e’ di un altra regione vicino alla nostra. Con il lock down ecc si sono visti pochissimo. Lei la maggior parte delle volte gli dice vengo domani poi rimanda addicendo sempre delle scuse ( secondo me ) e lui le crede sempre. !!! Ci rimane male lo vedo ma se gli chiedo qualcosa mi risponde male e non vuole parlare ne con me ne con messum altro. Premetto che anche sessualmente sono qualsi certa che sia alla sua prima esperienza anche se e’ davvero diffcile da credere ma sono sicura che sia cosi. E’ caratterialmente molto insicuro e io vorrei aiutarlo credetemi ci soffro tantissimo a vedere e pensare che quelcuno si prenda gioco di lui, vorrei fargli capire di guardarsi intormo e non credere sempre a tutto auello che gli dice questa ragazza che trova sempre delle scuse per non vederlo !! Lo vedo imfelice quasi sempre e chiuso dentro di se. Come posso aiutarlo se posso!? Devo parlarci ? Ammesso che mi parli e fargli capire che si deve svegliare e deve aprire gli occhi? Devo lasciarlo stare e si accorgera’ lui se lei lo prende in giro oppure no? Per me e’ tanto difficile. Dovrei cambiare casa e non vederlo cosi occhio non vede cuore non duole, perche’ per me vederlo sempre giu e triste e chiuso e’ straziante. !!! Ho anche paura che possa fare qualche cavolata !!! Vi prego di aiutarmi perche’ sono molto preoccupata per la sua salute mentale e vorrei che fosse felice, vorrei aiutarlo a fortificare il suo carattere, vorrei dargli consigli utili perche’ sono piu grande e so come funzionano le cose, ma non so se faccio bene o male. Ringrazio in anticipo. Una mamma preoccupata

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giulia Cusumano Inserita il 19/04/2021 - 22:13

Napoli
|

Gentile signora, dal messaggio che scrive è chiaro che lei sia estremamente preoccupata per l’ atteggiamento e i comportamenti che presenta suo figlio. C’è da dire, però, che sarebbe importante comprendere il ragazzo come vive il suo modo di essere e il suo quotidiano. Quali sono i suoi pensieri? Quali le sue emozioni? Ciò per dirle che è sempre complesso aiutare una persona che non ha espresso la richiesta di sostegno in prima persona. Mi sento, piuttosto, di dirle che suo figlio ha vent’ anni e sta crescendo. Alcune dinamiche sono comuni a tutti i giovani e vanno inquadrate in un’ottica esperenziale: i primi amori, le prime delusioni, le amicizie.. è tutto in cambiamento. Lei può sostenere il ragazzo con la sua presenza offrendogli il necessario supporto, laddove necessario. Pian piano lui troverà la sua strada, anche grazie a lei. Se, poi, suo figlio dovesse fare richiesta di un percorso perché si rende conto di avere delle difficoltà, può contattarci! Un cordiale saluto

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 19/04/2021 - 22:56

Cara Daniela,
capisco il Suo cuore di mamma. Si vorrebbe sempre del meglio per i propri figli, evitare loro le sofferenze e vederli felici.
Certo che può parlare con il ragazzo, lasciandogli però la libertà di scelta e rispettarla, stargli vicino, ma non troppo. I consigli glieli può dare se lui li chiede, esprimere la Sua preoccupazione sicuramente sì. Come suggeriva la collega, può anche dirgli della possibilità di parlare con un professionista nel caso lo desideri, rassicurandolo sul segreto professionale. Poi lo sa anche Lei che gli amori e le delusioni fanno parte della vita, per quanto dolorosi possano essere. A volte ci vuole solo il tempo.
Non so che rapporto ci sia tra Lei e il padre del ragazzo e tra loro due, a volte potrebbe essere più semplice parlarsi tra uomini, altre volte c'è più confidenza con la mamma, a 20 anni il riferimento sono spesso gli amici.
Se Suo figlio tende a comportarsi in modo passivo o, come dice Lei, a farsi mettere la testa sotto i piedi da tutti, se ha poca fiducia in sé, uno psicologo potrebbe essergli d'aiuto.
Un caro saluto,
Dott.ssa Katarina Faggionato