andrea  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 22/10/2018

Cremona

Sorella in cerca di consigli

Il problema riguarda mia sorella ed io non so come fare ad aiutarla, credo di sapere quale sia il problema ma non sono nessuno per dare la mia "sentenza" ho bisogno di capire, sono esagerata io o per il suo bene devo intervenire? Mia sorella è sposata da 10 anni e ha 2 figli... il marito? bella domanda... Non sa fare il padre, forse a causa della sua infanzia. Se i figli fanno qualcosa di sbagliato urla e bestemmia, se fanno qualcosa di giusto li sminuisce... mai un abbraccio, mai un "bravo" sincero... Io da zia ci sto male, vedo da anni scene brutte e vedo i miei nipoti tentare di farsi "amare" senza riuscirci... Mia sorella giustifica tutto con "gli uomini sono così" "fa quello che può" ma io vorrei gridare "svegliati, non rovinare la vita a due bambini"... Adesso il bimbo più piccolo (4 anni) dà segnali di malessere all'asilo... non ascolta, è strafottente, fa sempre quello che vuole, imita il fratello più grande con parolacce... Mia sorella piange... se accenno che il problema è il padre si arrabbia e non mi rivolge più la parola... Cosa devo fare? Come posso farle capire che il marito non serve solo per fare i figli, che "far tanto" non è curarli mentre si guarda la tv e il bambino gioca da solo? Come faccio a farla uscire dalla sua idea di "salvare le apparenze"?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 22/10/2018 - 18:36

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Andrea,
Comprendo e condivido la sua preoccupazione per i suoi nipoti.
Ciò che può fare lei ora è confrontarsi con sua sorella sulla questione, esponendola proprio come ha fatto in questo messaggio.
Consideri che la propensione di sua sorella a "giustificare" suo marito, può significare molte cose e in ogni caso rinforza i comportamenti che lei osserva in suo cognato. Come mai secondo lei sua sorella asseconda ciò? Che tipo di relazione esiste tra loro due? Come mai secondo lei sua sorella ha interiorizzato una figura maschile-paterna tanto diversa da quella che riferisce di avere lei?
Cosa significa per lei stare "male" assistendo alle scene che ha descritto?
Posso ipotizzare il suo vissuto di impotenza rispetto alla situazione,ma sarebbe utile per lei chiedersi cosa significa per lei tutto ciò.
Che tipo di famiglia e partner immagina per lei? Come si sente in questo momento della sua vita?
Un approfondimento
su questi aspetti potrebbe rappresentare per lei un aiuto prezioso per conoscersi meglio e sapere cosa sia meglio fare nella specifica situazione che ha descritto.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 24/10/2018 - 10:16

Milano
|

Gentile Andrea, non è “nessuno” per dare una sentenza, scrive, e teme di essere “esagerata” ponendo il dubbio se e come intervenire. Sua sorella sminuisce, dicendo che gli uomini sono tutti così, assenti e un po’ arroganti. Pare che lei abbia colto un problema e nessuno fa nulla. I bambini crescono identificandosi con alcuni aspetti del padre, il più piccolo inizia a dare segni di malessere. La sorella si offende se addita il marito come il responsabile della situazione. Sarebbe interessante sapere se è lei la sorella maggiore. A volte, capita, che i fratelli “minori” non accettino i consigli dei maggiori. La responsabilità di ciò che accade in quella famiglia potrebbe essere però di entrambi. A un comportamento aggressivo del marito, corrisponde un atteggiamento passivo di lei che nega e giustifica, e non dice per salvare le apparenze. Ora più che cercare colpe e responsabilità, credo che un modo per aiutarla sia cercare di cogliere i segnali del suo disagio, facendola aprire al pianto e alla sofferenza che si porta dentro. Senza parlare, senza giudicare. E’ solo in questo modo, con la sua vicinanza affettiva e attenta che potrà consigliarla di farsi aiutare da un esperto professionista. Il suo aiuto può servire solo nella misura in cui riuscirà ad ascoltare e a “sentire” senza pregiudizio. Essendo lei troppo coinvolta nelle dinamiche tra voi due e con la sua famiglia, ogni cosa che dice o fa potrebbe essere interpretato come gelosia, amore e possessione verso la sorella, bisogno di supremazia, saccenza ecc. ecc.