annat domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 14/03/2018

Milano

Come curare la depressione acuta?

Buongiorno, soffro di depressione acuta e bulimia e anoressia. Ho problemi del sonno, quando riesco a dormire faccio SEMPRE incubi. Vorrei scappare dal mondo.
Ho 37 anni, sono sposata orami da 13 anni e ho due figli di 12 e 8 anni.
La mia è una ricerca continua per arrivare a mettere fine alla mia vita. Credo che nessuno mi ascolti, ho provato a parlare con i miei genitori e mio marito, ma nessuno vede i miei problemi.
Ho provato a prendere il Prozac 60 mg per sei mesi ma con nessun risultato, poiché l'euforia che si crea con le stesse poi mi avvilisce il doppio.
Ho provato con un gatto ma senza risultato.
Mi sembra di vedere tutto nero, premetto che sono una persona molto sensibile.
Ho avuto un trauma infantile di violenze ed abusi.
Grazie
Annat

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 14/03/2018 - 21:13

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Annat,
Il quadro che descrive mi sembra complesso, ma percepisco in lei una spinta vitale verso la cura di sé.
Quindi,considerando che non può ricevere sostegno da suo marito o da altri suoi familiari, è opportuno che si rivolga ad uno specialista anche della asl di zona che possa supportarla e monitorare anche la farmacoterapia.
Le auguro di risolvere per il meglio la sua situazione.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 15/03/2018 - 22:11

Napoli
|

Cara Annat,credo sia arrivato il momento che sia proprio lei a vedere il suo dolore piuttosto che continuare a trovare delle strategie per zittirlo. Può prendersi il tempo e lo spazio per ascoltarlo? Forse il suo passato non può essere liquidato in due parole nell'ultimo rigo di una lettera inviata su internet, ma necessita del coraggio di guardarlo e di ritornarci per poi riuscire a starci in modo diverso, in un modo che le consenta di vivere il suo presente in modo più felice. Le consiglio di rivolgersi ad un collega per un percorso di psicoterapia che l aiuti a fare ciò.
Un caro saluto,

dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta relazionale Napoli