Stefania domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 14/02/2018

Milano

Mia figlia subisce bullismo scolastico per 2 anni e mezxo e adesso soffre di crisi di panico

Mia figlia ha subito bullismo per 2 anni e mezzo adrsso a meta anno gli abbiamo cambiato SCUOLA e indorizzo ma non c e la fa a superare compagni nuovi professori ecc. Perche gli vengono attacchi di panico prima di presentarsi davanti a scuola che fare per convincerla a non perdere l anno non vuole piu andate a scuola ha troppa paira che risucceda bullismo ????

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 15/02/2018 - 09:52

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Stefania,
è comprensibile che sua figlia non voglia più andare a scuola, nenache quella nuova, perchè ha bisogno di un aiuto a capire come può relazionarsi al meglio con i suoi coetanei. infatti, dopo una prima fase di accoglienza e comprensione della sua situazione, dovrà essere aiutata da un professionista a comprendere come mai è stata vittima di bullismo, quali sono le sue caratteristiche di personalità che la rendono vulnerabile a questi attacchi.
Ciò le consentirà di acquisire degli strumenti che le consentiranno di gestire autonomamente le interazioni con i compagni maturando una maggiore sicurezza in sè. Se ciò non avverrà, potrà cambiare infinite scuole, ma il suo approccio sarà lo stesso e si troverà di nuovo ad assumere il ruolo di vittima senza sapere perchè.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Flavia Passoni Inserita il 23/02/2018 - 16:25

Gentile Stefania, comprendo che emotivamente sua figlia in questo momento stia passando una situazione molto stressante che le provoca l’insorgere di sintomi ansiosi. La mancanza di fiducia nel prossimo e la compromissione della relazioni sociali, sicuramente non la incoraggia ad affrontare una nuova scuola e nuovi compagni. Consiglio a sua figlia un percorso terapeutico che possa farle superare questo difficile e delicato momento e possa aiutarla a gestire al meglio emozioni e relazioni.
Per qualsiasi dubbio restiamo a sua disposizione.
Dott.ssa Erika Cudazzo, Flavia Ilaria Passoni equipe esperti centro Synesis Carnate (MB), Arcore (MB), Cagliari

Dott.ssa Francesca Di Niccola Inserita il 15/02/2018 - 08:33

Buongiorno Stefania,
comprendo il forte disagio che sta provando sua figlia. Mi trovo, proprio in questo periodo, a fare degli incontri nelle scuole e con gli adulti rispetto alla tematica del bullismo e cyberbullismo e raccolgo sempre sempre importanti segnali. Non so quanti anni ha sua figlia, però le posso dire al momento che l'apertura al dialogo con lei è importante. Chi ha ripetutamente sperimentato sentimenti di paura, imbarazzo, tensione o impotenza (emozioni tipiche del trauma), fatica a condividere il disagio di quanto ha vissuto con un genitore. Non è opportuno forzarla, ma comunque cerchi di accogliere la sua paura anche con la sola vicinanza fisica (esempio abbraccio) rispettando il silenzio se non ne vuole parlare ora. E' ulteriormente importante, rassicurare e spiegare a sua figlia che non è colpa sua e non c’è nessun motivo di vergognarsi: chiedere aiuto è un atto di coraggio e non vuol dire essere deboli. Il supporto psicologico in questi casi è fortemente consigliato.
Rimango a disposizione per eventuali dubbi o domande.
Cordiali saluti
Dott.ssa Francesca Di Niccola

Dott.ssa Silvana Zito Inserita il 15/02/2018 - 07:05

Buongiorno Stefania,
sua figlia ha un blocco psicologico, anche se ha lasciato il luogo dove ha vissuto episodi stressanti, portata con sè tutto quello che ha vissuto e continua a riviverlo ogni qual volta uno stimolo interno o esterno la riporta alle esperienze vissute, prova le stesse emozioni (paura...)che ha provato e il risultato è sempre quello da lei descritto.
Per porre fine a questo circolo vizioso ha bisogno di un trattamento psicoterapeutico ( più indicato e appropriato è l' EMDR Eye Movement Desensitization and Reprocessing).
Se ha bisogno di ulteriori chiarimenti mi scriva pure privatamente.
Saluti
Dott.ssa Silvana Zito