Eleonora domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/09/2017

Gravidanza sotto stress

Salve,mi chiamo Eleonora e ho 30 anni!sono al 6 mese di gravidanza del mio primo figlio!Da Bolzano mi sono trasferita in Puglia d circa + d un anno!vivo con i genitori del mio ragazzo,ma qsta situazione inizia a starmi stretta,in quanto loro sono invadenti e pure mia cognata e il marito in casa c sono ogni giorno litigi e urla.. arrivando pure alcune volte a gettare oggetti e romperlo tirandoseli..
Io vorrei trasferirmi d fronte nella casa che il mio ragazzo aveva iniziato,ma ogni volta che inizio il discorso che.vorrei avere un posto dv crescere mio figlio,in un posto sereno principalmente ma soprattutto in una casa nostra e non in un stanza.. esce fuori il putiferio!mi dicono che sn io che nn capisco..che sn io che nn ho pazienza.. ecc ecc.. io sto diventando matta.. piango tutti i giorni..non ho nessuno qui cn cui parlare.. loro dicono che io nn ho pazienza.. quando il mio ragazzo è salito su in alto Adige da me e non ha resistito più d 6 mesi ed è voluto scendere.. io essendo innamorata x nn perderlo ho decido d scendere.. ma ora credo d essere pentita d qsta scelta..
Lui mi dice che se nn sto bene qui d andarmene m che poi il bambino glielo devo rispedire giù xké sicuramente finirei a vivere in una strada!!!
Cosa devo fare?Cm devo comportarmi?non so più che fare.. sto passando una gravidanza bruttissima.. aspetto vostri consigli e pareri.. vi ringrazio per l'attenzione distinti saluti Eleonora

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Flavia Passoni Inserita il 28/09/2017 - 10:46

Gentile Eleonora,
Per prima cosa congratulazioni per la sua gravidanza. Spesso nelle famiglie allargate si creano dinamiche complesse, che rendono ostico il distacco dei figli dai nuclei originari. Come ha già intuito, è fondamentale interrogarsi sui motivi profondi che l'hanno spinta a scegliere questo trasferimento e che ora la spingono a non imporsi. È fondamentale in questa fase di comprensione e riflessione che lei non si senta in trappola: le vie da intraprendere possono essere molte, anche se al momento le sembra di non sapere in che direzione andare. Provi a spiegare con pazienza al suo ragazzo le motivazioni del suo malessere, così che possiate affrontare come coppia temi personali e delicati che riguardano il vostro futuro familiare.
Un consulto psicologico potrebbe aiutarla/vi a fare chiarezza e, se non altro, ad affrontare più serenamente la gravidanza.
Rispondono:
Dott. Verza Stefano Clemente e Dott.ssa Brambilla Veronica esperti Centro Synesis Psicologia
Carnate (MB), Arcore (MB), Cagliari (CA)
0396076481, 338163275
http://www.centrosynesis.it/1/l_esperto_risponde_4107334.html?cat=19996

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 14/09/2017 - 09:38

Gentile Eleonora,
Sembra che la situazione per lei sia causa di molta sofferenza. La priorità ora è il suo benessere e quello del suo bambino ed è a questo che deve pensare. Le frasi dette dal suo ragazzo e dalla sua famiglia non sembrano tenere molto in considerazione i suoi sentimenti e questo non è corretto soprattutto perchè non è chiaro se nella coppia vi sia ancora un interesse di entrambi a stare insieme. Non so se la situazione le permette un consulto psicologico ma sarebbe la scelta migliore per prendere delle decisioni.
Le auguro di fare chiarezza e resto a disposizione.
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)