Lucas domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/04/2017

Sentire perennemente che manca qualcosa

Penso proprio di stare parecchio male. Più che stare male non riesco a star bene e ad essere felice. Qualsiasi cosa faccio per realizzarmi, raggiungo continuamente gli obbiettivi che mi fisso, salgo scalini su scalini e a soli 21 anni penso di aver raggiunto un ottima carriera lavorativa. Ma continuo a non essere felice. Faccio qualsiasi cosa anche se mi piace ma la faccio nella speranza di sentirmi meglio. Nella speranza di un futuro. Se avessi la possibilità di porre fine a questa vita lo farei volentieri nonostante tutto. È tutto così stancamente. Non faccio altro che conoscere cattiveria, falsità, ipocrisia. È come se questa vita non mi appartenesse. Ogni giorno mi alzo, vado a lavoro e così via passano le mie giornate. Esco ogni tanto, mi illudo di divertirmi, di rilassarmi, vado a cenare fuori, vado in centri termali, faccio tutto ciò che in teoria dovrebbe rilassarmi e farmi star bene. Non è così. Manca sempre qualcosa. Ho in progetto di partire ma so che non mi aiuterà. L'ho già fatto, ho vissuto all'estero ed è stata una brutta esperienza. L'euforia è durata poco meno di un mese. Dopo volevo anche andare via di la. Non ho insoddisfazione nella mia vita. Ho tutto e posso fare tutto. Sto scrivendo ma so già qual'è la risposta. Mi manca con chi poter condividere tutto questo. È facile a dirsi. Viviamo in una società corrotta. Ed è altrettanto facile trovare qualcuno con cui condividere ma chi? Chi sono queste persone. Quindi non penso mi manchi questo. Non mi piace l'evoluzione che ha avuto il genere umano. Le emozioni, i sentimenti, il rispetto. L'Evoluzione che hanno avuto queste cose. Perché chiunque legga sa bene come si stia perdendo tutto ciò. Colpa di tante cose. Non riesco più a comunicare con nessuno. Perché nessuno è più in grado di comunicare. Ma comunicare realmente. Ho provato a scavare dentro di me ma potrei trovare tante cose a cui posso collegare questo malessere. Potrei dire che mi manca una persona con cui mi trovavo molto bene, potrei dire che l'esperienza che ho avuto all'estero è stato l'unico fallimento della mia vita oppure non avere fatto una scelta giusta. Ma mi fa solo vivere nei se e nei ma.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elisa Viani Inserita il 19/04/2017 - 21:36

Caro Lucas
non è semplice dare una risposta alla sua lettera...intanto forse sarebbe utile fare chiarezza in lei su quale sia realmente la sua domanda, di cosa ha bisogno in questo momento. Per dipanare il filo delle sue inquietudini forse l'unica cosa da fare è ascoltarsi e sentire quali siano le emozioni che prevalgono in lei.
Nonostante la sua giovane età parla come se avesse già vissuto nella vita tutte le esperienze possibili e nonostante questo la sua inquietudine non trova sollievo, sembra molto scoraggiato . Le posso dire che la possibilità di ripartire c'è e dipende da lei. Quando si sentirà pronto e motivato troverà il modo e qualcuno a cui poter comunicare il suo mondo interiore. Forse con l'aiuto di un professionista può concedersi la possibilità di fidarsi ed affidarsi a qualcuno per ritrovare quella spinta alla vita a cui aspira ma che finora sembra sfuggirle. Resto a disposizione per ogni ulteriore quesito.
Cordialmente
Psicologa-psicoterapeuta Dott.ssa Elisa Viani