laura domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 09/02/2017

Agrigento

Lasciare l'università?

Salve a tutti e grazie a voi che mi state leggendo! Sono una ragazza di 19 anni,diplomata in sistemi informativi aziendali con 89/100.
Dopo la maturità mi sono iscritta alla facoltà di economia perché era una materia che mi piaceva. Ho iniziato a frequentare i corsi a settembre ma ho voglia di lasciare tutto, questo è un pensiero che ho da ottobre-novembre.
Non sento l'università una cosa mia, non mi sento felice. Le materie non mi piacciono, non è come mi aspettavo, credevo fossero più esercizi invece si tratta di materie per lo più nozionistiche. Inoltre non mi piace nemmeno come ambiente, speravo di fare nuove amicizie e invece niente. Ho tanta voglia di ritirarmi perché mi sono seccata di studiare parchè non ne ho più voglia di stare buttata sui libri e perché negli anni delle superiori ho trascurato totalmente hobby,amici ... e poi quei 5 anni di scuola sono stati molto pesanti, ho fatto tanti sacrifici ho davvero dato il massimo.
Quando mi metto sui libri sento che non ce la posso fare ed ogni volta penso di lasciare...poi mi tiro su di morale ma poi la volta dopo di nuovo tutto il mondo addosso. Quando andavo alle superiori volevo il massimo e mi impegnavo tantissimo, da quando vado all’università non mi interessa più.. e come se non avessi più stimoli. Non provo piacere, non mi sento libera di vivermi la mia vita, Ho sempre avuto grandi ambizioni ed ho sempre pensato che lo studio è fondamentale nella nostra vita, per il nostro futuro e lo penso tutt'ora ma ora sento che ho bisogno di tempo, di libertà...sento che è troppo tardi per preparare bene gli esami e comunque non ho le forze per farlo. Non so cosa fare, ne soffro tanto
Mi sento una nullità, una fallita... Se anche avessi la possibilità di tornare indietro nel tempo per non iscrivermi a economia aziendale, non saprei comunque a quale altra facoltà iscrivermi perchè non mi piace niente!
Ormai non ho più testa per studiare,non so spiegarvi è come se avessi proprio un rifiuto.
Vorrei lavorare perché ho bisogno di cambiare come persona, sono tanto, troppo timida e penso che lavorare potrebbe aiutarmi, (l’università invece no, anche se lo pensavo prima di iniziare).Se lasciassi l’università dovrei andare a lavorare nell’azienda di mio padre come segretaria, questo è un lavoro che potrebbe piacermi ma non vorrei farlo nell’azienda di mio padre perché non credo che potrebbe aiutarmi a crescere. Vorrei provare un’esperienza al di fuori dell’impresa di mio padre anche se ammetto di avere paura, ma a parte questo mio padre ci resterebbe troppo male.
Il pensiero di volermi ritirare mi fa stare malissimo, ho paura di deludere i miei genitori, loro credono tanto in me!
Mi sento tremendamente in colpa. Ma la verità è che sono brava,alle superiori ero bravissima ma il problema è che ci metto troppo tempo,non sono capace ad organizzarmi, non sono in grado di gestire il mio tempo e poi sono lenta e questo per l’università non va bene. Alle superiori ho sempre messo prima lo studio, ora non voglio più farlo.Ho paura per il mio futuro. Il problema è come dirlo ai miei,che credono in me e fanno sacrifici per farmi studiare.Ho paura di deluderli e non trovo il coraggio per dirglielo. Ho paura per il mio futuro, vorrei poter sentirmi realizzata, aver un lavoro che mi piaccia e stare bene con i colleghi, vorrei poter viaggiare e vorrei trovare l’amore ma mi sembra tutto così impossibile. Ho anche paura del giudizio degli altri.
Mia mamma ha sempre detto a chi glielo chiedeva che ero bravissima, gli altri hanno grandi aspettative di me e mi preoccupa ciò che penseranno quando sapranno che abbandonerò l’università
Datemi un consiglio non so quale sia la cosa giusta da fare. Non so cosa ne sarà di me, non so come ai dirlo ai miei e so che sarò una delusione.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Frandi Inserita il 10/02/2017 - 07:43

Salve Laura,
Ho letto il suo messaggio con interesse e tante domande sono sorte in me riguardo alla sua vita,a come vive e percepisce alcuni aspetti di sé stessa. . Ad oggi in lei sono sorti pensieri ed emozioni nuove ed è giusto che lei trovi il modo di esplorarli per capire che strada intraprendere. La terapia può essere un ottimo percorso. È un luogo protetto Dove, tramite una relazione *quella con il terapeuta) si esplora se stessi .Eventualmente sono disponibile anche per un colloquio on Line. Cordialmente la saluto
.