Elena domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 06/02/2017

Paura di non respirare

Buongiorno, scrivo perchè ultimamente sto avendo degli episodi di ansia (o si possono chiamare attacchi di panico?). In pratica la mia più grande paura è quella di soffocare, e talvolta durante la giornata o persino di sera nel letto avverto magari un lieve cambiamento di respiro o un piccolo dolore, e si scatena la paura! In quel momento il mio cervello viaggia velocissimo, inizio a pensare a mille cose che potrebbero succedere, che potrei morire ecc.. Per esempio ieri sera ero a cena con il mio ragazzo, stavamo chiacchierando tranquillamente quando a un certo punto mentre parlavo mi è venuto l'affanno e mi sembrava di avere gola e faccia paralizzate e gonfie, mi sono spaventata e ho iniziato a pensare che magari avessi mangiato qualcosa che mi avesse fatto venire una reazione allergica per cui mi stavo gonfiando e sarei soffocata.. fortunatamente in questi casi riesco più o meno a mantenere il controllo, quindi siamo usciti e camminato un pò, col passare del tempo mi sono calmata. Non sono ipocondriaca, perchè in tutti i casi che non riguardano il respiro non mi preoccupo mai di nulla!
Molto spesso mi sento mancare l'aria, e di conseguenza mi agito, può capitare sul bus, al bar, a letto, alla guida, ovunque.. Il fatto è che non sono agitata per nulla, non ho pressioni, sono soddisfatta della mia vita, non sono preoccupata, né stressata, per questo non mi spiego la fonte di questo malessere.
Secondo voi è il caso di iniziare qualche tipo di terapia? io vorrei davvero liberarmi di questa sensazione prima che si faccia troppo frequente..
Grazie in anticipo!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 06/02/2017 - 19:26

Assolutamente sì, è il caso che consulti uno/a psicologo per affrontare questi sintomi.
L'ansia riconosce sempre delle cause inconsce per cui è normale che lei percepisca a livello cosciente di non avere motivi per averla.
Le consiglio ad ogni modo di fare anche una visita medica che escluda problemi organici.
I disturbi d'ansia recedono e rispondono bene con la psicoterapia. La Terapia Breve Strategica ha specifici protocolli, e trovo sia ancora più efficace se integrata.
cordiali saluti

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Inserita il 06/02/2017 - 17:49

Gent.le Elena,
se ha pensato, domandandoci, se è opportuno iniziare qualche terapia allora voler dire che lei ne sente il bisogno per risolvere il problema. Allora segua la sua voce e faccia la scelta migliore. Sicuramente l'ansia improvvisa e immotivata (come lei descrive) va indagata e risolta. Pertanto la possibilità di confrontarsi con uno/a specialista le sarà di aiuto.

Cordialmente, dott.ssa ARCANGELA ANNARITA SAVINO