Xxxx domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/06/2016

Barletta-Andria-Trani

Sentirsi sbagliata

Sono una ragazza di 23 anni . Una carriera universitaria che prima andava a gonfie vele e che adesso faccio fatica a portare avanti anche per i mille impegni . Ho un ragazzo da 7 anni che adoro e che mi adora e che per quanto mi faccia stare bene non riesce a colmare dei vuoti che ho. Ho pochi amici ma buoni e purtroppo non vicini . La lontananza momentanea del mio ragazzo è quella dei miei amici mi fa sentire sola nella vita di tutti i giorni perché qui non mi è rimasto nessuno . Vedo gente che ricomincia da zero , anche con situazioni più tristi della mia , e io invece sono bloccata sempre nello stesso punto . E allora il problema dov'è ? Più che in me non so dove possa essere . Ma io non riesco a vedere nessun problema così grave in me che mi porti a questa situazione . E allora io che posso fare ? Mi sto affossando giorno dopo giorno

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 19/06/2016 - 18:21

Buonasera gent.le utente,
da ciò che riporta, molto probabilmente per lei gli affetti e la vicinanza dei suoi punti di riferimento sociali è molto importante per sentirsi serena e stimolata. Ognuno di noi ha dei bisogni differenti, e questo non significa affatto essere sbagliati... ma soltanto unici e personali, come ogni essere umano. Non devono accadere forti traumi per cambiare il nostro atteggiamento verso la quotidianità e i nostri obiettivi... alcune volte le emozioni interiori sono potenti anche quando scatenate da "semplici" pensieri di solitudine o di troppo carico di impegni. Forse in questo periodo risulta più vulnerabile per via di qualche fattore più interiore che ancora non riesce a cogliere. Se la situazione perdura, potrebbe rivolgersi ad un terapeuta della sua zona (o presso il consultorio o servizio pubblico del territorio) per ottenere un supporto psicologico che l'aiuti a comprendere questo stato d'animo e insoddisfazione che sembra caratterizzarla attualmente. Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva
www.chiarafrancesconi.it