Federica domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/06/2016

Lodi

Ansia esame di maturità

Mi chiamo Federica e ho 18 anni.
Fra pochi giorni inzierà la maturità e sono abbastanza preoccupata.
Sono una persona piuttosto ansiosa, soprattutto in contesti riguardanti l'agorafobia e il fatto di dover rimanere chiusa forzatamente per del tempo in luogo.
Per questo motivo sono in cura da una psicologa da un paio d'anni.
In questo momento particolare della mia vita ho sentito il bisogno di affiancare alla terapia dalla psicologa anche un aiuto farmacologico.
Per questa ragione ho consultato il mio medico di base che mi ha prescritto per episodi di forte ansia il Diazepam in gocce. Il medico mi ha consigliato di prenderne 6/7 gocce in caso di necessità ma, come mi ha anche confermato la mia psicologa, non mi sembra mi abbiano aiutato a fermare o a calmare l'ansia.
Premetto che so che non potete darmi indicazioni precise e che farei meglio a consultare un medico ma vorrei sapere secondo la vostra opinione quante gocce dovrei prendere la mattina prima delle prove scritte di maturità per evitare di avere fastidiosi sintomi fisici durante gli esami (vomito..) ma che mi permettano di concentrarmi sulle prove e non cadere addormentata sul foglio o comunque non essere lucida e giocarmi così gli esami.
So che la quantità varia da persona a persona ma vorrei un vostro consiglio su come affrontare questa situazione.
Purtroppo ho avuto più di un episodio spiacevole e non vorrei che la mia ansia influisse in maniera disastrosa sugli esami finali.
Grazie in anticipo
Federica

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elisa Bonfanti Inserita il 20/06/2016 - 09:17

Gentile Federica,
un momento come quello degli esami genera sempre stati giustificati di ansia che necessariamente ciascuno affronta a proprio modo.
Se ritiene utile il ricorso al farmaco, allora dovrebbe rivolgersi a un medico, meglio se psichiatra, per ottenere una risposta corretta alla sua domanda, molto precisa e definita, legata al quantitativo più adatto per lei e per la situazione specifica che sta affrontando.
A disposizione,
Dott.ssa Elisa Bonfanti - Milano