Serena domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 02/05/2016

Verbano-Cusio-Ossola

Aborto e senso di colpa

Salve, scrivo per sfogarmi e per cercare di trovare una risposta ale mie sofferenze. Sono una ragazza di 20 anni e purtroppo qualche mese fa ho preso la decisione peggiore della mia vita, ho abortito. Tutti mi sono stati vicini, il mio fidanzato non mi ha mai lasciata sola e ha sofferto non meno di me. Il problema è che mi rendo conto di stare male solo con me stessa. Mi odio in modo profondo.Il senso di colpa non mi lascia mai in pace, l'ossessione di non poter mai più rimanere incinta mi perseguita , e ogni mese spero nel mio inconscio di scoprire di esserlo nuovamente. Ci sono volte che cado in un senso di disagio e tristezza talmente profondo che desidero solo rimanere sola e penso a ciò che di terribile ho fatto. Non so se e come potrei mai uscirne fuori.
Grazie per l'attenzione.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 02/05/2016 - 19:16

Viterbo
|

Gentile Serena,

data la complessità del caso sarebbe utile fare un percorso di psicoterapia che ti possa permettere di dare un senso a questo momento difficile.
L'aborto di per se non è qualcosa di grave e catastrofico, dipende sempre dai vissuti affettivi correlati (dall'esperienza così come viene vissuta). Non farti investire dai sensi di colpa, se hai preso questa decisione significa che una parte importante di te ancora non si sente di affrontare una gravidanza, dopo tutto sei giovanissima e hai tutta la vita per progettare di fare un bambino con la persona che ami.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica
Consulente per il Tribunale di Viterbo