Daniela domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/08/2015

Paura di che cosa?

Mi chiamo Daniela, e avrei bisogno di un aiuto. Un anno fa ho subito una grande delusione in amore: la persona con la quale condividevo, nonostante la giovanissima età, la casa e la vita quotidiana, mi lasciò letteralmente da un giorno all'altro. La sera prima mi disse lo stesso "ti amo" prima di dormire, la mattina dopo uscì di casa con la scusa di andare a fare delle compere urgenti, in realtà mi mandò un messaggio poco dopo con scritto " pensavi che sarei tornato?" E da lì non l'ho più risentito. Mi lasciò all'improvviso, senza motivo perché le cose andavano bene. Sono stata molto male,perchè avevo riposto in lui totale fiducia, tutte le speranze e i sogni. Pian piano, a mente fredda, ho capito che il problema non ero io. Così sono riuscita a lasciarmi alle spalle i sensi di colpa e la rabbia, ed adesso nei suoi confronti non provo più alcun sentimento, neanche di rancore. Anzi, tutto ciò mi ha reso molto più forte e sicura di me su certi aspetti.
Però, penso di avere bisogno di aiuto su un aspetto. Non riesco a fidarmi. Ho avuto modo di conoscere molte persone, con alcune delle quali approfondire anche la conoscenza, ma finivo sempre per allontanarli tutti. Ho allontanato una persona che adesso mi rendo conto di quanto fosse speciale, solo per la paura di essere abbandonata da un momento all'altro, quando le cose non hanno motivo di andare male. Ogni volta che qualcuno mi dimostra interesse, nonostante la cosa possa essere reciproca, faccio di tutto per allontanarlo per paura. Quando ricevo delle attenzioni,le rifuggo quasi scocciata. Quando non le ho, mi mancano. Ho paura di essere avvicinata, scappo da tutto ma in realtà non so neanche io da cosa. Un momento sono al settimo cielo, quello dopo mi sento crollare il mondo addosso ma senza un apparente motivo.
Ho una situazione serena, i miei amici di una vita con cui sto bene e ami condividere i momenti liberi, un lavoro che amo...
Ma, come già detto prima, un attimo sto bene e quello dopo no. In compagnia sono felice e spensierata, e riesco a sorridere e ridere per davvero, senza alcuna paura di essere qualcosa di diverso da me stessa, ma quando mi trovo sola anche solo per qualche ora, mi assale la tristezza, quasi ansia. E le più volte piango senza motivo. Cosa mi succede?
Avrei bisogno di un parere, di un consiglio. Grazie mille !

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 06/09/2015 - 08:02

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentilissima,

le esperienze pregresse, specie quando sono negative, influenzano spesso il nostro presente rendendoci più prudenti e cauti, ma a volte anche meno lucidi e consapevoli.
Mettere da parte la sfiducia generalizzata che ha sarebbe la cosa più giusta ma anche più difficile da realizzare perchè, spesso, ha origini più profonde di quelle che riusciamo ad individuare noi. Si rivolga ad uno specialista della sua città per un consulto, vedrà che pian piano tutto si risolverà.

Resto a disposizione
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta a Napoli Soccavo - Pompei - San Giuseppe Vesuviano
Terapia individuale e terapia di coppia

Dott. Giuseppe Ricciardiello Inserita il 05/09/2015 - 20:44

Gentile Daniela,

spesso dopo una delusione ci si chiude in se stessi, ci si prende del tempo per elaborare il proprio lutto, un tempo che varia da persona a persona. Probabilmente intraprendere una nuova relazione significherebbe chiudere definitivamente quella precedente, che a quando sembra, non è ancora pronta.
Queste sono delle semplici supposizioni, la vera risposta la conosce solo lei. Magari se vuole può provare un percorso psicoterapeutico.
cordialmente

Dott Giuseppe Ricciardiello.