Zevran domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 30/06/2015

Torino

Non riesco più a trovare una soluzione da sola

Salve, sono una ragazza di 19 anni. Da poco ho deciso di rivolgermi al medico per un consiglio, e lui mi ha detto che soffro d'ansia, di fare sport, uscire con gli amici e non fare brutti pensieri; in seguito ad un malessere a lavoro (crisi di pianto, tremori, battito accellerato), la guardia medica mi ha prescritto lo xanax, dicendo che si trattava di ansia e probabilmente insonnia. Il mio problema, però, va avanti da anni e l'ansia è ne è solo una parte: non riesco a parlare con gli sconosciuti, a guardare le persone negli occhi, a fare determinate cose da sola (es. prendere il treno), a 16 anni ho passato un periodo in cui uscivo di casa solo per andare a scuola e ho dovuto cancellarmi dai social network perché pensare alle altre persone mi creavano sofferenza fisica, mi sento giudicata e al centro dell'attenzione, non potevo dormire se non con le spalle contro il muro, dopo aver controllato più volte che la porta fosse chiusa, dentro gli armadi e fra le lenzuola che non ci fossero insetti o altri animali, ho paure esagerate (es. non riesco a cucinare per paura del fuoco). Ma questi sono gli aspetti che meno mi causano problemi. Passo lunghi periodi "cupi", in cui ho pensieri molto tetri come il suicidio, mi sono provocata tagli o sono stata lunghi periodi senza mangiare, dormo troppo (anche 12 ore o più) o troppo poco e non in modo continuato, non riesco a fare niente tutto il giorno e non provo piacere nella maggior parte delle attività, e altri periodi in cui sono invece molto attiva e piena di idee, euforica. Molte persone mi hanno poi fatto notare i miei sbalzi di umore, che passano dalla felicità eccessiva alla tristezza, rabbia per cose futili, mancanza di empatia (es. non ho sofferto per il suicidio di mio zio, ma nei periodi più bui anche la cosa più futile mi fa star male) e reazioni inappropriate (es. una volta a scuola quando la professoressa ci ha raccontato della morte di alcuni studenti sono scoppiata a ridere). Attualmente piango senza motivo, tremo spesso, ho il battito accellerato e non riesco a prendere decisioni sulla mia vita, ho sempre sonno e questo mi causa nausea, mal di testa e giramenti di testa. Non credo di avere un futuro, e non vedo nessuna soluzione. Vorrei chiedere aiuto ad uno psicologo, ma non stiamo molto bene economicamente e non saprei come fare. Mi scuso di aver scritto così tanto

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 04/07/2015 - 11:41

Cara Utente,
prima di tutti mi dispiace profondamente leggere - per l'ennesima volta- che, di fronte ad una situazione del genere, un medico consigli solo di uscire con gli amici e non fare brutti pensieri; mi spiace ancor di più leggere che venga consigliato lo xanax ad una ragazza di 19 anni..
Come hai ben evidenziato, c'è la necessità di chiedere aiuto ad uno psicologo/psicoterapeuta.
Puoi rivolgerti tranquillamente al consultorio della tua città: troverai professionisti seri e preparati che potranno fornirti gratuitamente l'aiuto di cui necessiti.
Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa - Torino
www.valentinamossa.com
https://www.facebook.com/dottoressavalentinamossa