Marco  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/11/2020

Bergamo

Scelte di vita

Ero arrivato al 4º anno di università, laureato a pieno in triennale e molto motivato perché appassionato dal mio studio. L'unica cosa che non amavo erano le prospettive lavorative possibili con quel percorso anche se devo ammettere che forse ho un po' esagerato io andando ad inquadrare solo professioni che non mi piacevano. Comunque mi decido di mollare proprio al 5º (ultimo) anno ed iscrivermi a medicina poiché questa era la facoltà che avrei voluto scegliere dopo il liceo (test d'ingresso apparte...) e che ogni tanto mi ritornava in mente. Ora sono iscritto regolarmente ma sono costantemente attanagliato dalla paura di aver sbagliato, di non avere le forze per studiare ancora così tanto, che nonostante non amassi i lavori che avrei potuto fare avrei comunque iniziato una mia vita post laurea finendo la mia facoltà ed ora invece mi ritrovo a studiare ancora per 6 lunghi anni. Forse è passato troppo solo poco tempo e mi sto fasciando la testa, ma sono davvero scoraggiato e spaventato in questo periodo e provo un'ansia che mai avevo provato prima.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 22/11/2020 - 18:06

Caro Marco,
il nostro stato emotivo dipende molto dalla visione che abbiamo di quello che stiamo vivendo. Lei ha fatto questa scelta e adesso pensa di aver sbagliato e di non farcela ad andare avanti con gli studi. Questi pensieri La portano a provare l'ansia che descrive. 4 anni sono pochi rispetto al tempo della vita dedicato all'attività lavorativa e allo stesso tempo 6 anni di studio sono sicuramente impegnativi. Tutto dipende dai Suoi valori, dalla motivazione e dagli obiettivi che si pone. Immagino non abbia deciso senza riflettere. In ogni caso complimenti per aver passato il test a medicina! Vivere con l'ansia e non riuscire a godersi i risultati ottenuti o la strada che porta verso i risultati desiderati, fa comprensibilmente stare male, ne risente l'umore e anche diversi ambiti della vita. Se la situazione si protrae, se fa fatica ad affrontare le difficoltà o continua a sentirsi spaventato, in ansia o triste, può chiedere una consulenza psicologica. Sarebbe anche utile sapere se le persone per Lei significative la supportano nelle scelte e come sono le Sue relazioni.
Dott.ssa Katarina Faggionato