Rita domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 14/12/2013

Napoli

Attacchi di panico e cannabis

Salve, ho 17 anni.
Voglio raccontarvi quant'è successo:
le mie prime crisi d'ansia sono avvenute in seguito all'assunzione di cannabis, spinta dagli amici provai questa droga leggera, la quale, la prima volta mi fece stare male tanto da finire in ospedale. Dopo qualche mese riprovai la cannabis, stetti male, tanto quanto la prima volta, ma non ebbi paura, lasciare scorrere fino allo svanire della "fattanza".
Dopo quella volta però, sono iniziate le crisi d'ansia, tanto da farmi allontanare anche al solo odore di quella sostanza. Avevo paura di uscire. Ovviamente ora non ne voglio nemmeno più sentire parlare.
Durante la prima assunzione ebbi strane sensazioni, come se fossi stata fuori dal mondo, non ero più io, cali di pressione momentanei e palpitazione mi fecero andare in panico.
Dopo circa un anno a combattere da sola questa paura, ne sono 'uscita fuori' (ancora oggi non posso sentire l'odore del fumo ). Però, in quest'anno nuovo ho avuto ben tre crisi di PANICO, le quali, mi fanno vivere le stesse ed identiche sensazioni che provai quando stetti male. Cali di pressioni, paura del tempo che non passa, agitazione, palpitazione, mancanza di salivazione, sensazione di essere estranea, non so neanch'io come spiegarlo; dopo circa un'ora vanno via, e ricordo quest'immensa paura quasi come un sogno, e per tutto il giorno ho il timore che possano ritornare. Per il resto dei giorni seguenti, ritorna tutto normale. Anzi, non proprio normale, non mi sento più io,sento che non possa più ritornare quella di una volta. Ho pensieri strani per la testa, non riesco a spiegare quello che sento, e la mia famiglia non riesce a capirmi. Spero in un soccorso, ne ho bisogno.
Questo sito credo sia una speranza per tutte le persone come me.
Grazie infinite per l'attenzione.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 19/12/2013 - 16:35

Il tuo problema si può risolvere a livello psicologico, non devi preoccuparti eccessivamente.Ti consiglio, intanto, di farti visitare dal tuo medico di famiglia e di farti prescrivere delle analisi che valutino lo stato di salute del tuo corpo. I momenti di ansia e poi quelli proprio di panico,possono essere curati ed eliminati.Esistono molti metodi. Scegli tu se vuoi fare un percorso lungo..e che permetta di valutare le tue paure nascoste o un percorso di tipo ad esempio breve-strategico che considererà principalmente la tua condizione attuale e il modo con il quale tu stai affrontando il tuo problema. Un caro saluto.

Dott.ssa Michela Campanella Inserita il 19/12/2013 - 10:15

Cara Rita,

spesso l'uso di cannabis slatentizza, cioè rende manifesta, una condizione patologica che altrimenti avrebbe potuto restare latente, senza conseguenze.
Ciò che consiglio è di chiedere aiuto per gestire queste crisi di ansia, che potrebbero essere degli attacchi di panico, ricordando però, di agire tempestivamente in modo che non si cronicizzino ulteriormente.

Cordiali saluti

dott.ssa Michela Campanella