Valentina  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 21/06/2018

Ravenna

Attacchi di panico, quale rimedio?

Salve
Sono una ragazza che da 3 settimane soffre di attacchi di panico. Mi vengono ogni giorno e non c è un momento esatto in cui mi vengono. Incomincio a piangere, far fatica a respirare, e sono agitata. Nel mentre che li ho non riesco a far nulla di ciò che mi piace (ascoltare musica etc.) Gli amici non aiutano neanche. A volte non riesco a mangiare per questa cosa e mi viene la nausea. Non so che fare, volevo sapere se c è un rimedio a questa cosa o devo prendere delle medicine apposta.
Grazie se mi rispondete

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 22/06/2018 - 14:01

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Valentina,
sicuramente può essere utile effettuare alcuni esami e/o visite che possano escludere una componente fisica/corporea associata agli "attacchi di panico", ma nel frattempo può chiedersi cosa le sia successo nell'ultimo periodo tale da suscitare la condizione di attivazione psicofisica che poi si manifesta con i sintomi che ha descritto. Teme qualcosa in particolare? Come mai i suoi amici non sono di supporto per lei? I sintomi interferiscono sulla sua attività di studio e/o lavoro?

In ogni caso, mi sembra di capire che siano sintomi ansiosi di cui è importante comprendere l'origine più che trovare un rimedio finalizzatto ad semplicemente ad eliminarli senza che lei apprenda a gestirli efficacemente.

Se è motivata a fare questo percorso su di sè che le consentirà di acquisire una piena padronanza della sua ansia, può rivolgersi ad uno psicologo che la aiuterà in questo.

Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 21/06/2018 - 22:14

Napoli
|

Cara Valentina, non credo sia il caso di ricorrere alle medicine, quelle possono essere un valido supporto in casi più pervasivi e duraturi e sempre in associazione anche ad un percorso psicoterapeutico. Quello che può fare è prima di tutto chiedere al medico generico di prescriverle delle analisi del sangue, in quanto vi sono delle situazioni ( esempio alterazioni tiroidee) che possono portare sintomi simili al panico. Una volta escluso ciò le consiglio di contattare uno Psicoterapeuta della sua zona per fermarsi e cercare di capire il senso di questo sintomo. Il panico, infatti, per quanto spiacevole è un segnale che le può essere molto utile se lo ascolta. La può aiutare infatti a capire che cosa nella sua vita non va, cosa vuole cambiare o quali emozioni non ha ascoltato.

Spero di esserle stata d'aiuto,
Saluti

Dr.ssa Laura De Martino, Psicologa e Psicoterapeuta Relazionale e Familiare,
Napoli, Tel 3280273833