Daria  domande di Alimentazione  |  Inserita il 08/02/2019

Psicologia positiva e bulimia

Buongiorno sono mamma di una ragazza di 19 anni che sta combattendo contro la bulimia.
Da settembre sta facendo delle sedute di psicoterapia ma sinceramente non riesco a vederla serena.
Volevo chiedervi se la psicologia positiva viene applicata anche per curare disturbi alimentari .
Vi ringrazio molto per le informazioni.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 09/02/2019 - 11:16

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Daria,
comprendo e condivido la sua preoccupazione per sua figlia e la necessità di vedere dei risultati quanto prima.
Per quanto riguarda la sua specifica domanda, le posso dire che è possibile applicare la psicologia positiva ai protocolli di trattamento per i disturbi alimentari, ma ciò che risulta più efficace, stando alle ricerche, è l'uso di specifiche tecniche terapeutiche che possano implicare anche il coinvolgimento della famiglia di colei che manifesta il sintomo. Quindi, una terapia familiare associata ad un percorso individuale seguito dalla paziente con bulimia.
Le è stata proposta la terapia familiare?
Se sì, le consiglio di partecipare perchè solo attraverso questo tipo di lavoro sarà possibile affrontare efficacemente e più ampiamente il disturbo di sua figlia e, inoltre, si sentirà, anche lei mamma, parte attiva in questo percorso di aiuto a sua figlia.
Se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto a lei e a sua figlia.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).