August Blues: conosciamo e superiamo la “malinconia” di fine Estate

Pubblicato il 2 settembre, 2017  / Psicologia e dintorni
August Blues: conosciamo e superiamo la “malinconia” di fine Estate

Ed ecco che anche quest’anno arriva Settembre e, con esso, la fine delle vacanze, dell’Estate; di quel periodo dolce, quasi sospeso nel tempo e nello spazio dove tutto si attenua e si riposa in attesa di ricominciare.

Così, come ogni anno, ricomincia l’anno lavorativo, scolastico; tornano scadenze, routine e tutte quelle cose lasciate in sospeso si fanno sentire. E’ piuttosto comune, in questo periodo di passaggio tra l’Estate e l’Autunno, avvertire una sorta di malinconia, ansia, angoscia e poca voglia di fare.

E’ uno stato comune e del tutto normale a cui hanno dato anche un nome, si chiama August Blues, ed è paragonabile alla tristezza della domenica sera anche se, nel caso dell’August Bluse, si protrae per più giorni. I sintomi più comuni di questo stato emozionale sono ad esempio scarsa energia fisica, stanchezza cronica ipersonnia, fame, nervosa, svogliatezza, agitazione, senso di vuoto e malinconia.

Perché ci accade questo? Per tante ragioni: l’ansia da rientro per chi è andato in vacanza o, comunque è stato a casa dal lavoro/scuola; frustrazione dovuta alle cose che avremmo voluto fare durante l’estate e non siamo riusciti a fare; ansia da prestazione per il nuovo anno scolastico/lavorativo che sta per iniziare; situazioni indefinite o di stallo che ci mettono dubbi su cosa ne sarà di noi quest’anno e voglia di fare.

La fine dell’estate è anche il periodo delle idee e dei buoni propositi: “quest’anno mi metto in forma, mi iscrivo in palestra, riprendo gli studi, frequento dei corsi, cambio lavoro…” e chi più ne ha più ne metta.

Sia che ci siamo goduti le ferie sia che non ne abbiamo avuto la possibilità, la fine dell’Estate rappresenta sempre un momento particolare che rischia di scuotere un po’ il nostro equilibrio psico-fisico.

Come affrontare al meglio e godere di questo particolare periodo di fine estate?

Prima di tutto, qualsiasi sia la vostra situazione, sì ai buoni propositi: fate delle liste delle cose che vi piacerebbe realizzare e pensate a piani d’azione per farle; ricordate di porvi obiettivi realizzabili e scomponeteli in passi più piccoli da poter fare giorno per giorno e, perché no, iniziate subito a metterli in atto!

Un’altra cosa utile è quella di individuare i momenti della giornata più duri e cercare di “riempirli” con attività che per voi sono piacevoli; anche un’attività fisica che rispetti la vostra condizione fisica può essere d’aiuto a superare questa fase.

Se sentite di averne bisogno, prendete piccole pause per riposarvi e per prepararvi al nuovo ciclo che sta per cominciare.

Concludo questa breve riflessione invitandovi a non sentirvi in colpa se avete bisogno di riprendere gradualmente, pianificate, prendetevi del tempo per godere ancora un po’ delle belle giornate e preparatevi come meglio preferite all’inizio delle stagioni più fredde. Ricordate infine, che anche la mindfulness e la meditazione possono aiutarvi molto in questo periodo; se volete saperne di più, chiedetemi pure.