Musicoterapia - Arteterapia

Approcci psicologici e terapeutici
Musicoterapia - Arteterapia

Cos’è la musicoterapia e come funziona

La musica ha un ruolo attivo non solo in ambito terapeutico ma rappresenta un fattore stimolante e armonizzante nel processo di crescita di ogni individuo.

L’impiego della musica a scopo curativo risale alla notte dei tempi e anche attualmente la musica diviene un supporto di lavoro ideale per la sua caratteristica di coinvolgere la persona nel suo insieme: corpo, emozioni, mente e spirito.

La musica (suono, ritmo, melodia e armonia) favorisce uno stato di rilassamento e distensione che a sua volta permette l’emergere di ricordi e informazioni dall’inconscio che possono successivamente essere elaborate assieme al musicoterapeuta. L’uso della musica favorisce la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la motricità e l’espressione delle proprie emozioni e sentimenti.

Di fatto non è la musica che “guarisce” ma l’approccio corretto del terapeuta che favorisce il processo di integrazione e riarmonizzazione da parte del paziente.

La musicoterapia diventa terapeutica quando permette di instaurare una relazione tra le persone, quando promuove un processo di trasformazione, inteso come risveglio delle qualità e risorse della persona e soprattutto quando permette di ritrovare quel benessere psicofisico di cui tutti possiamo aver bisogno.

La musicoterapia viene utilizzata come prevenzione, riabilitazione e sostegno in diversi ambiti della salute e del benessere quali disabilità motorie, disturbi dell’umore, disturbi alimentari, handicap, laboratori di gruppo, attività scolastiche, autismo e molto altro.

Cos’è l’arteterapia e come funziona

L’arteterapia è una forma di terapia espressiva che utilizza il processo creativo dell’arte per promuovere il benessere fisico, mentale ed emozionale delle persone.

Può sorprendere il fatto che l’arte rappresenti uno strumento efficace nel trattamento della salute mentale, ma in realtà questo mezzo espressivo può essere utilizzato per comunicare efficacemente, per superare lo stress, per esplorare diversi aspetti della propria personalità.

L’arteterapia integra tecniche psicoterapeutiche con il processo creativo ed è caratterizzata dalla presenza del movimento, dalla più diretta attenzione per il corpo, da espressioni di tipo non-verbale, dal fare.

Si parte dalla convinzione che la creatività coinvolta nel processo di autoespressione aiuti le persone a risolvere conflitti e problemi, a sviluppare capacità interpersonali, a gestire il comportamento, a ridurre lo stress, ad aumentare l’autostima e la consapevolezza di sé, a raggiungere l’intuizione. L’obiettivo di questo tipo di approccio ha valenza pedagogica, supportiva e riabilitativa.

L’arteterapia può essere usata in vari tipi di disagio come ad esempio:

  • bambini con difficoltà di apprendimento
  • situazioni di stress negli adulti
  • problemi comportamentali e sociali
  • individui che hanno sperimentato eventi traumatici

Ma in realtà l’arteterapia può essere utilizzata anche in contesti non clinici attraverso laboratori d’arte o laboratori di sviluppo della creatività. Non c’è bisogno di essere artisti per utilizzare questo tipo di approccio perchè risulta adatto ad ognuno di noi per esprimere artisticamente pensieri, vissuti ed emozioni.

Non rimandare, contatta ora un professionista, fai la tua domanda e prendi appuntamento con serenità e fiducia.

Psicologi che trattano questo argomento