articoli di psicologia della Dott.ssa Paola Federici

risposte dello specialista Paola Federici

 2  risposte
  Vis. Profilo

Stalking?

Apri domanda

Gentile lettore(trice), potrebbe con chiarezza estrema dire alla ragazza in questione che non gradisce essere disurbato ulteriormente e che non vuole avere a che fare con lei per nessun motivo, come del resti le aveva - presumo - già ribadito fin dai primi momenti. La informi anche che il suo atteggiamento è persecutorio e come tale passibile di denuncia come stalking. Le spieghi chiaramente che se dovesse continuare a perseguitarla, sarà costrettio, suo malgrado, a sporgere denuncia ai carabinieri. Di solito un atteggiamento chiaro e deciso fa demordere queste persone. Se ciò non accadesse, può procedere con la denuncia. Poi potrà anche cambiare il suo numero di cellulare in modo da rendersi irreperibile. Se lei vuole davvero interrompere questo comportamento occorre soprattutto chiarezza, non ha alcuna importanza che lei conosca i familiari della ragazza, in quanto si tratta, immagino, di persona maggiorenne e quindi responsabile delle proprie azioni e di possibili denunce. E' ovvio che non dovrà però in alcun modo dare seguito a nessuno dei tentativi di "aggancio" di questa persona, dopo averle parato, una sola volta, cosi come spiegato sopra....

Non so cosa fare

Apri domanda

Gentile Emilia la prima risposta che mi sorge immediata nel leggere la sua lettera è quella legata al fatto che la sua è una simpatia nata nel mondo del "virtuale". I messaggi, i watsup, parlarsi su fb creano sì un primo contatto e una prima sommaria conoscenza, che consente però di rimanere in qualche modo nascosti, di non essere realmente visibili all'altro. Si ha il tempo di pensare a cosa scrivere, di analizzare ciò che si legge dell'altro e anche di cancellare, in un attimo, frasi che abbiamo scritto e che non abbiamo più intenzione di inviare. Una sorta di maschera quindi, questo mondo virtuale nel quale moltissimi giovani vivono ore della loro giornata, come hai fatto tu. Se aggiungiamo che ti definisci "timida" a livello di temperamento, si può immaginare che non sei una che ti butti allo sbaraglio e che , se nel virtuale puoi lasciarti un po' andare, quando è ora di fare i conti con la realtà e presentarsi di persona, subentrano la paura di non essere all'altezza dell'immagine che hai fornito di te , il timore di sentirti inadeguata e non in grado di sostenere con la stessa spigliatezza battute e discussioni che invece online non ti creano problemi....ed ecco fatta la frittata! Penso che potresti provare ad accettarti per come sei e presentarti allo stesso modo, non crearti castelli in aria prima del tempo. Sarebbe in ogni caso preferibile, a mio parere, per superare il problema, partire da conoscenze reali, della tua vita quotidiana, in modo da poterti abituare a essere te stessa fin dall'inizio. Non si può essere diversi da come si è. Perciò tanto vale giocare pulito da subito. La tua reazione può anche essere legata alla paura del giudizio e di sentirti derisa o creare delusione nell'altra persona. E alla fine, rimanere delusa tu stessa. Ti consiglio di leggere questo articolo per cercare di aiutarti: scrivi quello che senti, quello che vorresti e quello che ti aspetti da un rapporto o da un'amicizia. Ti aiuterà a vederci più chiaro e ad essere più consapevole. Infatti scrivere è terapeutico. Ecco il link. Buona lettura. http://www.paolafederici.com/2016/02/26/scrivere-e-terapeutico-vediamo-perche/...