Fabrizio  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/04/2018

Bisogno di controllo ossessivo del partner

Salve, avevo bisogno di un consiglio o qualche direttiva per calmarmi perché ho paura che questa mia ossessione stia diventando patologica. Ho necessariamente bisogno di sapere cosa fa il mio partner in ogni momento della giornata e ogni suo atteggiamento che non mi va giù mi da fastidio, prima ci amavamo tanto, ma adesso non so cosa mi succede. Sto sempre al telefono per vedere tutto ciò che pubblica e non riesco più a concentrarmi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 04/04/2018 - 13:32

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Alessio,
per poter modificare questo comportamento che le crea disagio, è importante approfondire la sua attuale situazione in modo da capire da dove origina la sua ossessione e che funzione svolge.
Lei ha fatto riferimento ad un "prima" in cui vi amavate. Cosa è successo oggi che la spinge a controllare la sua partner? Come si sente se non riesce ad ottenere questo controllo e soprattutto, una volta ottenuto, come si sente? è rassicurato da questo?da quanto tempo sente questa necessità?
Inoltre, come si sente in generale lei? ha una vita soddisfacente? Può condividere le sue preoccupazioni con la sua compagna?
Quello che lei ha descritto è un sintomo che rimanda ad un disagio più profondo ed è da considerarsi un elemento prezioso per la sua vita, poichè le sta dando l'occasione di fermarsi e capire più a fondo come si sente e stimola una maggiore riflessione sulla sua relazione di coppia. Quindi, per calmarsi, può iniziare accettando queste sue preoccupazioni e comprendendo il loro significato nella sua vita.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Chiara Beghin Inserita il 04/04/2018 - 16:34

Buongiorno Alessio,
che cosa è successo e quando è cambiato il Suo atteggiamento, tanto da diventare un'ossessione? Il Suo partner se ne è accorto e come sta reagendo?
Purtroppo non riesco a darLe dei consigli senza conoscerLa e senza conoscere la situazione, Le potrei porre tante domande per capire assieme che cosa le sta succedendo. Il mio consiglio è dunque quello di rivolgersi a uno psicologo psicoterapeuta di Sua fiducia per cominciare un percorso di conoscenza e ritrovare la concentrazione e anche la tranquillità.
dott.ssa Chiara Beghin
psicologa psicoterapeuta di Padova