Valeria domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 26/06/2017

Pistoia

Problemi di coppia

Buongiorno, sono sposata da un anno e per farla breve litighiamo molto spesso purtroppo! E per cavolate e con molto accesi spesso
Lui a volte è capitato che mi prenda x le braccia con forza e mi svuota con violenza finendo x mettermi spalle al muro! Uno schiaffo non l'ha mai tirato ma in questi casi diventa cattivo, i suoi occhi cambiano e a me fa paura! Tanta!e finisco x pararmi con le mani! Al di là di questi episodi lui è premuroso dolce e affettuoso!un altra persona in pratica!......io non so più che fare!gli ho detto più di una volta che se lo rifà sono costretta a chiudere il matrimonio è lui è stato bravo x diversi mesi ma l'altro giorno è risuccesso e la cosa brutta è che dice che lui indubbiamente sbaglia ma io lo provoco fino a fargli avere questa reazione
Aiutatemi vi prego!io lo amo e voglio che il mio matrimonio duri

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 27/06/2017 - 13:26

Cara Signora,
non vi è discussione per quanto accesa , che debba poter consentire soprattutto al più forte nella coppia di arrivare alle mani o di alzare tanto la voce da spaventare l'Altro/a. Si tratta in entrambi i casi di gravi forme di violenza , sia essa verbale o fisica, anche se non si giunge al grave insulto, allo schiaffo o alle botte. Le persone che tendono a perdere il controllo in questi modi , dimostrano una scarsa o nulla capacità di contenimento pulsionale, il che indica spesso un possibile disturbo di tipo psichico tendente alla dissociazione ( per intenderci,come nel dott.Jekyl e sig.Hyde),che deve essere curato il prima possibile . Lei ha ragione a preoccuparsi e non è nemmeno giusto sia costretta a soccombere senza poter dire le sue ragioni, ogni volta che discutete. Suo marito deve farsi aiutare e giungere ad apprendere che il disagio , il disappunto o il dissenso,possono essere espressi in modi non violenti , utilizzando un linguaggio adeguato, senza terrorizzare o spaventare l'interlocutore.
Consulti al più presto uno psicologo e chieda delucidazioni . E' possibile vi sia consigliata una breve terapia di coppia, che consenta ad entrambi di esprimere i vostri sentimenti , ma soprattutto , servirà a far uscire dall'ombra quella grave tendenza al sopruso, che se tenuta entro le mura di casa , potrebbe peggiorare e degenerare.
Un caro saluto.
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma