stefano domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/05/2017

Vicenza

Disturbo esplosivo intermittente?

buongiorno , mi chiamo Stefano , ho 43 anni , sposato , due splendidi figli che adoro...e un brutto caratteraccio! capita troppo spesso di arrabbiarmi in maniera sproporzionata , un tempo succedeva solo al volante come tantissimi altri , ora capita al lavoro ed anche nelle interazioni famigliari creando un disagio;
provo spesso insoddisfazione , io e mia moglie ci vogliamo bene , abbiamo uno scopo in comune che si chiama famiglia , stiamo insieme da ormai 22 anni ,sposati da 9; ed abbiamo superato assieme momenti drammatici che ci ha uniti , pero' con l'arrivo del primo figlio e' venuta a mancare da parte sua ogni forma di affettivita' nei miei confronti , di conseguenza anche il sesso , ne abbiamo parlato dopo qualche mese dalla nascita , lei nega ci sia un problema, minimizza , gli impegni sono tanti ed il tempo passa , ora abbiamo un'altro bimbo , qualche timido tentativo di coccola e sesso un paio di volte al mese , le scuse sempre le solite , stanchezza bimbi ecc.ecc.
potrebbe essere un motivo della mia insoddisfazione? giustifica gli scatti di ira?
con questa situazione non posso nascondere di aver desiderato altre donne , ma non e' facile dato che non cercherei solo sesso , anzi forse il bisogno primario e' quello di sentirmi ancora desiderato , "un uomo" , pero' penso ai figli al senso di colpa , penso che comunque lo si vuol chiamare voglio un gran bene a mia moglie , la desidero , ma i suoi continui rifiuti mi hanno portato ad essere io stesso freddo e distaccato. tutta colpa sua? non credo , e se ad allontanarla fosse proprio questo mio piglio da eternamente incavolato , perche' non me lo dice?
arrivato a questo punto probabile che la gente mi eviti , o comunque evita di discutere con me , teme i miei attacchi d'ira , da parte mia mi rendo conto che ho sempre qualcosa da ridire , e anche dove potrei soprassedere sembra che istintivamente prenda la palla al balzo per l'ennesima sfuriata. se non faccio la sfuriata mi resta dentro un fuoco , rancore , mi viene mal di stomaco.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Andrea Bottai Inserita il 29/05/2017 - 14:51

Firenze
|

Caro Stefano, capisco la tua frustrazione. Gli attacchi esplosivi di ira sono probabilmente la perdita di controllo per una tensione che si accumula, viene trattenuta e infine esplode come il tappo di un vulcano. E' probabile che la frustrazione nella relazione con tua moglie descritti nella tua lettera contribuiscano al crescere della tensione. Può anche essere che l'accumulo della tensione con le conseguenti esplosioni di ira vi allontanino dalla dolcezza e dall'intimità dell'amore. In questi casi spesso il sistema diventa ricorsivo. Sarebbe necessario da una parte canalizzare la collera invece che tentare di reprimerla (ci sono tecniche apposite) in modo che non travolga la relazione e andare alla riscoperta di una comunicazione seduttiva che potrebbe riaccendere la fiammella spenta. Anche se in te il desiderio è sempre vivo magari non altrettanto lo è il modo di comunicarlo. Non è una questione di parlare con la tua signora a livello razionale o di farle capire le tue esigenze. Le emozioni non obbediscono al dovere, il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce. Sorprese, trasgressioni, attenzioni inaspettate e occasioni galeotte funzionano molto meglio per riattivare le emozioni dell'amore. Certo che l'aiuto di uno psicologo potrebbe aiutare te o entrambi.
Cari saluti.
Dott. Andrea Bottai - Firenze