Donald domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 11/12/2016

Milano

Reazione dell'ex alla mia nuova relazione

Salve, sono un uomo di 37 anni, che a fine Maggio è stato lasciato da quello che per 7 anni è stato il suo compagno (non convivente), che di anni ne ha invece 44.
Non è successo nulla di concreto che potesse mettere fine alla storia… Semplicemente lui, dopo 7 anni, ha iniziato a sentire che la nostra relazione gli stava stretta, che non era più sicuro dei suoi sentimenti per me, e che aveva il desiderio di incontrare e frequentare nuove persone.
Naturalmente per me è stato un brutto colpo (anche se non del tutto inaspettato, dato che nelle settimane precedenti avevo carpito che qualcosa in lui non andava), ma da persona adulta non ho potuto fare altro che accettare la sua decisione e lasciarlo libero.
Avendo sempre avuto un buon rapporto, e non essendo mai venuto a mancare l’affetto tra noi, abbiamo deciso di rimanere amici e per alcuni mesi, complice anche il fatto che nessuno dei due avesse iniziato a frequentare stabilmente altre persone (a parte qualche flirt passeggero) abbiamo continuato a sentirci e vederci regolarmente. In pratica, pur non essendo più una coppia, ci vedevamo comunque con la stessa frequenza di sempre.
Lui tra Agosto e Settembre ha poi frequentato per qualche settimana un ragazzo molto più giovane, del quale era molto preso, ma complice il fatto che questo ragazzo spesso dava la priorità alle uscite con gli amici, anziché a quelle con lui, è stato possibile continuare a vederci spesso. In quelle settimane lui mi parlava sempre di questo ragazzo, di quanto ne fosse preso… Ovviamente la cosa non mi faceva piacere, essendo passato davvero poco tempo dalla fine della nostra storia, ma ho comunque sempre cercato di ascoltarlo e consigliarlo, ed il vederlo così preso da un’altra persona mi ha aiutato a capire che tra noi era veramente finita, che lui non avrebbe cambiato idea e non sarebbe tornato con me. Ed ho capito anche che i miei sentimenti per lui non erano più quelli di una volta, che avevo voglia anch’io di nuove esperienze, e che con lui volevo solo mantenere un’amicizia.
La sua frequentazione con il ragazzo è finita molto presto perché quest’ultimo non aveva intenzioni serie, mentre io, dopo un paio di avventure, ad Ottobre ho conosciuto un uomo di 59 anni (preciso che in passato, prima del mio ex, avevo avuto storie solo con uomini maturi, quindi per me non è una situazione nuova o inusuale), con il quale da subito vi è stata forte intesa mentale e forte attrazione fisica, e che ora sto frequentando regolarmente ed esclusivamente.
Ebbene, il mio ex, nonostante sia stato lui a lasciarmi, e nonostante il forte interesse che aveva provato per il ragazzo di cui parlavo prima, ha preso questa storia molto male. La sua prima reazione, quando ha capito che la mia nuova storia stava diventando seria, è stata quella di dirmi che aveva sbagliato a lasciarmi, che era stato un momento di debolezza, e che voleva tornare con me. Io ho declinato la sua offerta, sia perché sono veramente preso dall’uomo che sto frequentando ora, sia perché questo ripensamento lui lo ha avuto solo quando mi ha visto felice con un’altra persona, mentre nei mesi precedenti si è vissuto tranquillamente le sue storie, senza aver alcun ripensamento.
In un primo momento siamo riusciti a chiarirci, lui si è calmato, mi ha chiesto scusa per avermi proposto in maniera impulsiva ed immotivata di tornare insieme, e mi ha chiesto ancora di restare amici.
Per qualche settimana abbiamo continuato a sentirci spesso, ma a vederci saltuariamente (non più di una volta a settimana), perché io comunque ho dato la priorità all’uomo che sto frequentando ora, e non credo di aver fatto nulla di sbagliato.
Ieri il mio ex mi ha telefonato e, molto scosso, mi ha detto che non vuole più vedermi e sentirmi, che ritiene le mie telefonate “di circostanza”, che ormai mi vedo con lui solo quando l’uomo che sto frequentando non ha modo di vedermi, che detesta sentirmi parlare di questa nuova persona, che non riesce a capire come io, in pochi mesi, possa averlo completamente soppiantato con un altro, che non si sarebbe mai aspettato un comportamento del genere da parte mia, e che per questo prova un profondo rancore nei miei confronti.
Io ho cercato di farlo ragionare, facendogli presente che è stato lui a lasciare me, e che quando fai una scelta ci sono delle conseguenze. Gli ho detto che all’inizio ho sofferto molto per la sua decisione, e che di certo non mi sento in colpa per essermi innamorato mesi dopo la fine della nostra storia. Gli ho detto che è normale che se si frequenta una nuova persona, e si è presi, le si dà priorità, e che lui avrebbe fatto lo stesso se quel ragazzo, del quale si diceva tanto preso, fosse stato più presente ed avesse avuto intenzioni più serie con lui.
Lui ha risposto dicendo che tecnicamente lui ha lasciato me, ma che la croce sulla nostra storia l’ho messa io nel momento in cui mi sono innamorato di un altro ed ho tagliato lui fuori dalla mia vita, per poi riattaccarmi il telefono in faccia senza darmi possibilità di replicare.
Perché una reazione del genere da parte sua? Devo pensare che sia davvero pentito per aver interrotto la nostra storia, e quindi che il suo comportamento sia dettato da una sofferenza sincera, o devo pensare che la sua sia solo codardia, incapacità di accettare un cambiamento forte, scaturito da una sua decisione? O magari mera gelosia perché io ho trovato una nuova situazione stabile e lui non ancora?
Magari sbaglio io, ma davvero non credo di aver fatto nulla di male decidendo di andare avanti nella mia vita con un’altra persona per cui nutro un sentimento davvero sincero, mentre per il mio ex ormai non provo più quel genere di trasporto.
Vi ringrazio se vorrete rispondere.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 12/12/2016 - 10:40

Salve Donald, mi sembra di capire che la storia che ha avuto con il suo ex compagno è stata una storia molto importante per entrambi. In questi casi per molte persone, anche se non ci sono più gli stessi sentimenti di prima, può essere difficile staccarsi dall'altro in modo immediato e definitivo perché rimane comunque un legame. È un po' quello che è successo a voi quando per un po' di tempo avete continuato a sentirvi e vedervi regolarmente. Poi, ovviamente, con il passare del tempo si tende ad allontanarsi sempre di più, anche se in alcuni casi può rimanere un legame d'amicizia. È possibile che la reazione del suo ex compagno sia determinata dal fatto che può aver percepito la sua nuova storia come un volersi allontanare rapidamente da lui, mentre lui potrebbe non essere ancora pronto a questo distacco così forte, probabilmente anche a causa di circostanze esterne come il non aver trovato un nuovo partner. Difficile sapere se dietro a questa reazione possa esserci anche un pentimento per averla lasciata, ma se lei è sicuro dei suoi sentimenti e di quello che vuole in questo momento non dovrebbe porsi questa domanda e pensare soltanto a sé.