MARY domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 09/12/2016

Campobasso

Non sopporto più il mio ragazzo

Ho un problema con il mio ragazzo, con cui sono insieme da 6 anni.
Sto sentendo una forte crisi che mi comporta atteggiamenti bruschi nei suoi confronti, tendo spesso a rispondere male, ad allontanarlo, talvolta a non voler essere toccata e ad un conseguente calo del desiderio
. Premesso che il mio ragazzo è una persona fantastica, probabilmente il problema scaturisce dal fatto che io ho un carattere molto forte che mi porta a prendere in mano le situazioni; allo stesso tempo vedo lui sempre indeciso, privo di spirito di iniziativa e sottomesso alla sua famiglia e tutto questo mi porta a considerarlo forse non alla mia altezza. Cosa posso fare?

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Balletta Inserita il 11/12/2016 - 15:19

Cara Mary,
riconoscere di star vivendo un momento di crisi è uno step fondamentale.
Da ciò che racconti, traspare un senso di autocritica ( "rispondo spesso male, lo allontano" ) che costituisce una grande virtù.
Pur mettendo in discussione il vostro rapporto, affermi che lui sia una persona fantastica...ma c'è altro.
Bisognerebbe capire i motivi per cui lo allontani, lo rispondi male...
6 anni insieme sono un bel pezzo di vita condivisa, per cui i motivi di una crisi potrebbero essere molto profondi.... interrogarsi sul proprio agire è la chiave che ti permette di giungere a delle importanti conclusioni.
Credo che tu sia sulla giusta strada!
Ti auguro ogni bene

Distinti saluti
Dott.ssa Daniela Balletta
-Caserta-

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 09/12/2016 - 11:02

Gentile Mary,
è vero, da ciò che racconta traspare un certo "disprezzo" per le caratteristiche di mitezza che il suo ragazzo esprime , nella vita , coi genitori e con lei. Si , certamente è un bravissimo ragazzo , ma è il momento di chiedersi se egli sia adatto a lei o se invece lei sia - dopo sei lunghi anni -cresciuta e più consapevole dei suoi nuovi veri bisogni e desideri.
Credo che , per il suo bene e per quello del suo ragazzo,-se ancora prova dell'affetto per lui- sia arrivato il momento di esprimere i suoi sentimenti e dare /darvi la possibilità di guardare la realtà in faccia e ,permettere così ad entrambi di affrontare eventualmente un periodo di pausa dal rapporto, per riflettere sul da farsi. La solitudine porta in genere consiglio e nuove e più stimolanti frequentazioni , potrebbero mostrarvi in un futuro non troppo lontano, una situazione affettiva totalmente logorata o al contrario rafforzata dalla lontananza . A quel punto, ma solo a quel punto, se il dolore della separazione dovesse dimostrarsi troppo grande, sarà il caso di prendere in esame la possibilità di una buona terapia di coppia, atta a permettere ad ambedue, di esprimere sentimenti, emozioni e desideri e trovare la strada per venirvi reciprocamente incontro.

Cordiali saluti.
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma

Dott.ssa Cristina Giacomelli Inserita il 09/12/2016 - 10:11

Cara Mary
le persone vanno accettate per quello che sono, perchè nessuno può cambiare nessuno e non sarebbe neanche giusto farlo. Lei deve mettere sui piatti della bilancia le cose buone che il suo ragazzo le dà e quelle che invece le piacciono di meno; può sicuramente parlarne con lui, cercare di venirvi incontro, capire cosa volete costruire insieme e quali strumenti avete a disposizione. In una coppia non bisogna rinunciare alla propria individualità, ma una sorta di compensazione sarebbe auspicabile.
Si chieda cosa ci mette lei in questa relazione e quali possono essere le sue responsabilità in questa crisi; parta da questa riflessione e vedrà che le si chiariranno di più le idee.
Può anche pensare di rivolgersi ad uno psicologo che possa aiutarla in questo momento particolare.
Cordialmente

Dr.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara