gio_vanni98 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/09/2014

Napoli

Dubbi orientamento sessuale a 16 anni

Salve dottore,
vorrei parlarvi brevemente del perché di questi miei dubbi.
Spero possa aiutarmi, grazie.
Tutto è iniziato 7-8 mesi fa, sentivo una terribile ansia e parlando con me stesso, una sera, mi passò l'idea di essere gay. Da quel giorno, ogni giorno, già dalla mattina appena mi sveglio, penso sempre a questo. Incuriosito cerco qualcosa su internet e trovo un disturbo chiamato "ossessione compulsiva" e mi rispecchiai in quel disturbo perché ero ossessionato da quel pensiero ma quando mi auto convincevo a sufficienza di non essere gay per 4-5 giorni le ossessioni sparivano, per poi ricominciare.
Premetto che però da quando avevo 12 anni circa fino a 2 anni fa avevo dei "rapporti" superficiali con un mio amico ma dopo di questo mi sentivo molto disgustato perché io anche da piccolo ho avuto delle mini storie con delle ragazze.
Da un po di tempo però i maschi iniziano a disgustarmi... cosa pensa che sia questo atteggiamento?

  5 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Francesca Minniti Inserita il 16/10/2014 - 15:51

Gentilissimo Gio-vanni98,

data la giovanissima età spero non ti offenderai se mi permetto di darti del tu!
Da quello che racconti mi sembra che tu stia esplorando pian piano la sessualità e i contatti affettivi e sessuali con le altre persone, cosa del tutto legittima e sana! Soprattutto quando si è giovani come te si ha bisogno di sperimentarsi per capire, piano piano, cosa vogliamo davvero. Mi sento di rassicurarti: prenditi i tuoi tempi, sentendoti libero di seguire i tuoi desideri: se essi non creano alcun danno a te o ad altri, che problema c'è?!
E il fatto che tu possa pensare spesso al sesso e al tuo orientamento sessuale non è necessariamente un disturbo ma solo un bisogno di imparare a conoscere te stesso e, appunto, i tuoi desideri.

Sperando di esserti stata utile, ti mando un caro saluto.

Minniti Valentina

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 16/10/2014 - 14:24

Concordo con il collega.Sentiti libero di amare chi ti piace e comunque, visto che sei molto giovane,se ti senti sopratutto confuso, ti consiglio di chiedere aiuto ad uno psicologo per chiarirti le idee.Il resto dipenderà dalle tue future esperienze.Un saluto.
Dott.ssa Margherita Scorpiniti

Dott. Giovanni Delogu Inserita il 15/10/2014 - 20:35

Gentile ragazzo, essere gay non vuol dire per forza essere effeminato, ma certamente vuol dire che provi un'attrazione sessuale verso persone dello stesso sesso. E l'attrazione la senti dentro di te, è più veloce del pensiero, e non c'è bisogno di pensarla.
Le esperienze precedenti a cui ti riferisci sono normali, ed è l'esplorazione del proprio corpo e il corpo dell'altro. Tranquillo: non vuol dire che sei gay.
Ti do questo consiglio: non ossessionarti chiedendoti se sei gay o no, ma vivi le tue relazioni d'istinto, senza forzarti di fare cose che non ti senti di fare per verificare o meno certe tue idee.
A me può far piacere vedere un amico, o abbracciarlo se non lo vedo da tempo, ma mi ripugna l'idea di baciarlo sulla bocca. Cosa che invece potrebbe non accadere con un'amica. Se a te invece la cosa non ti disgusta, onestamente non vedo dove sia il problema: fa ciò che vuoi, sentiti libero di amare chi ti piace.
Se ne sentissi la necessità puoi rivolgerti da uno psicologo o un sessuologo, che ti aiuterà a chiarirti le idee.

Scrivi quando vuoi.
Dott. Delogu

Dott.ssa Caterina Olivo Inserita il 27/10/2014 - 12:30

Gentile Giovanni,
mi sembra che la cosa principale da tenere in considerazione sia che tutto questo ti abbia portato ad avere una forte e persistente ansia da ormai 7-8 mesi e che i tuoi tentativi di eliminare questi pensieri convincendoti del contrario non ti stia aiutando.
Rivolgerti ad uno psicologo ti permetterebbe di avere uno spazio dove poter condividere quest'ansia, capire da dove viene e come è fatta e ricominciare a vivere l'esplorazione sessuale, che è tipica dell'adolescenza, con tutti i dubbi che la contraddistinguono.
Nel caso per te fosse di più facile accesso, puoi provare a rivolgerti anche ad un consultorio familiare, dove è prevista anche la consulenza psicologica e sessuale.
Spero di esserti stata utile,

Dott.ssa Caterina Olivo

Dott.ssa Barbara Paolinelli Inserita il 18/10/2014 - 15:34

Gentile Giovanni,
importantissimo iniziare un percorso di psicoterapia.
Ti confermo quanto hai letto, ma siccome la tua problematica a base ansiosa ha la caratteristica di lasciarti nel dubbio, l'aiuto di un professionista (esperto + esterno da te) è in questo caso necessario.
In bocca al lupo!
D.ssa Barbara Paolinelli
Psicologa Psicoterapeua