Francesca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/11/2016

Crisi personale che ricade sulla coppia

Salve, cercherò di spiegare in breve cosa è accaduto per avere un vostro consiglio! Ho 28anni ed ero fidanzata da 10, un rapporto equilibrato fondato sul rispetto e sull amore,le liti erano poche o comunque sempre costruttive mai per una lite ci siamo lasciati...un anno fa lui ha avuto una sbandata per una donna più grande di lui...lui è venuto a dirmelo dicendo che nn era accaduto nulla ma lo aveva lusingato ricevere attenzioni perché era una cosa nuova e per questo si inizio a chedere se mi amasse...dopo due settimane in cui io mi sono allontanata mi ha detto che mi amava che la routine l aveva portato a pensare determinate cose e mi ha regalato un anello(che sapeva era un mio desiderio)! Ci sono voluti mesi affinché le cose si appianassero tra noi perché lui aveva senso di colpa e io nn mi fidavo molto ma le cose andarono meglio anche lui lo diceva...poi a gennaio mi ha detto che voleva comprare casa cn me e quindi abbiamo cercato e a marzo felici abbiamo trovato casa...lui era sempre pronto a cercare cose per la casa a ristrutturare il bagno etc...però io in quel periodo ero diventata molto esigente perché volevo fissare una data per il matrimonio e lui mi diceva un passo per volta(visto che tutto era economicamente sulle sue spalle) ma io ero come incontentabile e quando i miei amici hanno detto che si sposavano lui ha notato il mio sguardo....insomma pian piano i lavori li ha fermati e posticipati a settembre....
Poi ho cominciato a notare il suo comportamento,era triste anche cn gli amici e mi cercava ma nn come sempre...poi un giorno gli chiesi cosa avesse per sms e lui mi scrisse che c era qualcosa che nn andava che stava cercando di capire cosa ma che io ovviamente avevo capito....li nn ci ho più visto gli ho scritto cose brutte(tipo che vergogna!) e gli ho detto di parlare a casa nostra, li io ero in lacrime e gli ho lanciato il mio mazzo di chiavi lui nn sapeva parlare l unica cosa che diceva era nn meriti di essere messa in dubbio io sn il male e tu nn meriti di rivivere questo! Che le pressioni sul matrimonio e il mio nn capire che lui voleva fare tutto ma cn i suoi tempi l ha fatto allontanare ma che nn riusciva a dirmi nulla per senso di colpa relativo all anno precedente e quindi un sasso è diventato un macigno!
Nn riusciva ad andare via mi abbracciava e mi diceva nn riesco a staccarmi da te....sono andata via io...dopo qualche giorno ci sono andata per cercare di capire cosa fosse accaduto in quanto lui usò la parola depressione e mi era rimasta in mente( lui per descriverlo in breve è una bravissima persona sempre e anche troppo disponibile raramente dice di no, ha avuto un infanzia difficile perché il padre tradiva e tradisce la madre e li aveva anche abbandonati quando lui aveva solo otto anni,lui vive male in famiglia in quanto quando il padre anche l anno scorso andò via di casa tutti dovevano far finta di nulla e quando lui tornò nessuno doveva fiatare a me stessa quasta cosa turbo molto e lui le ha vissute spesso...nn sopporta il padre e dice spesso che sn falsi perché fingono all esterno di essere perfetti e che preferiva si lasciassero...lui è una roccia per sua mamma e lei spesso lo ripete e lui sin dall età di 24anni è sempre stato il perfetto ragazzo che trova il lavoro giusto sta con la sua ragazza e nn fa mai errori e vuole comprare casa e poi creare la sua famiglia!) quando ho toccato questi argomenti ha detto che incidono molto ma che adesso crede che il sentimento sia cambiato che è confuso e ha bisogno di pensare!
Sono passati 3mesi ma ogni due settimane ci siamo visti su mia richiesta in quanto nn riiscivo a credere e a capire ma di spiegazioni ne ho ricevute poche, giura che nn c'è un altra e che nn la cerca neppure che cerca la serenità è andato pure a parlare con il prete dei suoi genitori e ora va in chiesa assiduamente, è arrivato a dirmi di lasciarlo in pace viste le mie continue pressioni (sms,chiamate) ...
Per questo mi ha detto che nn mi ama e che ci aveva messo un punto....
La scorsa settimana ci siamo visti siamo stati più tranquilli io ho parlato con calma e soprattutto l ho ascoltato gli ho detto si aver capito che merita di poter scegliere che io nn posso obbligarlo e che siccome lo amo accetto il suo volere...mi ascoltava e guardava negli occhi poi mi ha confessato di nn riuescire a dire la parola basta per questo nn ha ancora parlato cn i miei genitori, ma che allo stesso tempo nn sela sente di ricominciare che vuole tranquillità che le mie pressioni l hanno portato ad allontanarsi da me!
Mi ha detto che nn mentiva e nn fingeva che realmente vedeva me nel suo futuro e che la casa l ha fatta cn me per questo ma ogni mattina in doccia si chiede cosa è accaduto per essere a questo punto ma di fatto nn sa darsi una risposta! Che deve pensare e che nn vuole che io lo aspetto perché nn può chiedermelo....poi cn le lacrime agli occhi mi ha detto io sono fragile e nn posso crearmi una famiglia se poi quando ho un momento di basso entro in tilt e mando tutto all aria....che io merito di avere la famiglia e i figli che sogno e che lui nn sa se può farlo!
Quella sera l ho ascoltato gli ho chiesto scusa per la mia reazione iniziale che avrei dovuto stargli vicino e che adesso avevo capito che lascerò la libertà che chiede e che io lo amo a tal punto!
Nn mi faccio sentire e lo stesso ha fatto lui!
Vorrei avere un giudizio e consiglio!
Come dovrei comportarmi?
Possibile che sia una sorta di crisi, personale che di fatto ricade sulla coppia e come posso aiutarlo?
Io so che mi ama lui mi ha amato di un amore puro dove il mio bene era fondamentale per lui (sue testuali parole)...
Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Margherita Cadoni Inserita il 11/11/2016 - 17:10

Cara Francesca, la situazione mi sembra molto complessa e dura ormai da un po' di tempo. Credo che una consulenza psicologica la potrebbe aiutare a mettere un po' di ordine tra passato e presente, tra problemi di coppia e problemi individuali e tra storia personale e storia di coppia.
Si faccia aiutare da un professionista a sciogliere questa intricata matassa.
Saluti
dott.ssa M. Cadoni