CLAUDIA domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 31/10/2016

Roma

È giusto quello che pensa di me il mio compagno?

Buongiorno, mi chiamo Claudia e ho 32 anni . Convivo con il mio compagno da 4 anni insieme al figlio ormai di 7 anni. Sono 4 anni che mi occupo costantemente del figlio perché la madre Non ha ne voglia ne il piacere di stare con lui...... Ma non viene rimproverata per questo comportamento dal mio compagno, anzi viene lasciata stare.... a differenza di me che mi ha dato tutte le responsabilità che riguardano il figlio , e se sbaglio vengo ripresa pesantemente ...... la mia vita é cambiata radicalmente. Io non ho figli, Ma ho il forte desiderio di averli.... e di questo lui ne é consapevole. La sera il mio compagno dorme molto spesso con il figlio in camera da letto, e io dormo in cameretta, in quei momenti mi sento a pezzi...... vuota e sola....... perché non riesco a capire il perché lui debba dormirci tutte le sere insieme.... lasciandomi dormire sola..... a 7 anni credo che sia un momento di crescita.....e. che si debba cominciare a dargli una certa indipendenza...... .Il mio umore la mattina e' pessimo...... e lui non mi capisce..... per lui quello che io faccio per il figlio e' zero...... in realtà io credo di fare molto dal momento che non sono la madre..... come fargli fare i Compiti....andarlo a prendere a scuola quando lui non può..... prepararli la merenda , il pranzo , la cena e fare le corse per i vari impegni sportivi che ha il bambino...... e nonostante quello che faccio secondo lui non è nulla di che...... Io non mi sono realizzata in nulla ne come donna ne come madre ne in campo lavorativo.Ho una situazione familiare disastrosa...... mi sento vuota e infelice.... e lui mi dice che sembra che Porto il peso del mondo sulle spalle...... che l'unico che ha una vita difficile è lui.... e che io non ho nessuna preoccupazione....... Ditemi voi se quello che lui sostiene ... cioè che sono una egocentrica permalosa..... è vero...... aiutatemi a capire vi prego...... Non so più cosa pensare di me...... grazie .

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Alessandro Stirpe Inserita il 16/11/2016 - 15:49

Gentile Claudia, a volte facciamo delle cose solo perché vorremmo sentirci dire "grazie". Ma se questo grazie non arriva il problema è solo nostro che ci creiamo aspettative innaturali. Credo che debba fare i conti prima con se stessa, con le sue paure e poi pensare al Suo rapporto , al suo compagno e a suo figlio... saluti, AS

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 31/10/2016 - 15:45

Gentile Claudia,
mi sembra che lei abbia delle ragioni per essere scontenta.
Penso dovrebbe cambiare il suo modo di rapportarsi a quest'uomo su argomenti specifici.
Se non riesce a trovare la capacità di cambiare con le sue forze, uno psicologo dovrebbe saperla aiutare, dandole la conoscenza delle frasi giuste da dire e rinforzando la sua capacità di esprimersi
Se vuole resto a disposizione.

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 31/10/2016 - 14:22

Buonasera Claudia,
La ringrazio per aver condiviso con noi il suo disagio personale e familiare.
Credo che lei non sia affatto una persona fallita ma poco valorizzata e considerata per l'impegno che investe in tutto ciò che fa.
Le sue risorse personali sono in difficoltà perché gli ambiti dai quali riceve le pressioni e che le procurano frustrazione sono quelli più importanti affetti, amore e realizzazione personale...ma la sua famiglia che ne pensa?
Se le va di parlarne in privato non esiti a contattarmi ci sono più spunti sui quali poter lavorare.
Dr.ssa Claudia Campisi