michela domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 06/09/2016

Catania

Problemi di coppia

salve... è la prima volta che scrivo qui e spero anche che ho scelto la sezione giusta ero un po indecisa... allora... ho quasi 40 anni... sposata da quasi 22 con 3 figli di 21 15 e 9 anni... ero molto giovan quando la mia vita si è trasformata... all'età di quasi 15 anni lavoravo già ero indipendente diciamo così... a 17 fidanzata e a 18 mi si è stravolta la vita... diventata casalinga mamma e moglie nel giro di 7 mesi.... fin qui tutto bene ero innamoratissima anche se passare da lavorare cioè essere impegnata tutti i giorni a rinchiudermi in casa è stata un po dura ma per amore si fa questo e altro... i primi 5 anni ero praticamente sola perchè con i miei nn andavo d'accordo per il fatto che li avevo delusi dovendomi sposare in fretta perchè aspettavo un bimbo... lui era abbastanza tranquillo ... stavo sempre in casa al massimo scendevo dai suoi che stavano alla porta accanto... dai miei amici mi ero allontanata xkè lui diceva che qualcuna non andava bene (ma era falso) e altre nemmeno xkè erano libere... per non sentire lamentele mi sono allontanata rimanendo praticamente sola... lui viaggiava sempre e sapendomi così stava apposto... iniziò la scuola per il bimbo e qui è servita la patente abitando in periferia era diciamo obbligatoria.. iniziano i primi problemi ma sempre ci sorvolavo perche per amore si evita la qualsiasi cosa... uscivo sempre lo stretto necessario e sempre col bimbo mai da sola ma qualche paranoia c'era lo stesso....ogni tanto venivano a trovarmi i miei fratelli era geloso anche di loro soprattutto di uno lo vedeva un pericolo... ma scherziamo su una cosa del genere???? cmq anche qui cercavo di non dargli peso anche se era pesante la cosa... poi rimango incinta della seconda.... con questa scusa mi riavvicino ai miei... e qui altri problemi.... la sera se capitava che rimanevo a cena dai miei era un problema se già si facevano le 21 xkè era troppo tardi e l'indomani stava ore e ore a ripetere sempre le stesse cose che era tardi che a quell'ora in giro andavano solo le poco di buono e tutto il resto... quando c'era la seconda piccolina un giorno a settimana andavo da mamma tutto il giorno e stavo li fino a sera... diceva: sai che fai dove vai con chi stai e tutto il resto ma sapeva benissimo che stavo da mamma e basta ma poi sono arrivata al punto di non sopportare più le sue lamentele e mi sono vietata tutto questo... che poi ripeto era solo un giorno a settimana il resto casa e basta....dopo questo quando i bimbi andavano uno a scuola l'altra all'asilo mi sono ritrovata con una vecchia amica collega di lavoro con i bimbi insieme... con questa scusa passavamo pomeriggi insieme o lei a casa nostra o io a casa sua per far fare i compiti ai bambini farli giocare e passare serate insieme... premetto che la maggior parte veniva lei diciamo il 90% delle volte... lui la disprezzava sempre.. stai con questa poco di buono ecc ecc fin quando non l'ho più sopportato e mi sono allontanata anche da lei cercando mille scuse... premetto che anche sua sorella ci metteva la sua ma dopo un po che mi sono allontanata io da questa persona lei le è diventata amica... nel frattempo arriva la terza bimba.. io solita vita niente di che... casa scuola bimbi... mi sentivo così isolata e sola che ho preso a giocare su internet conoscendo un sacco di gente... non era una chat ma un gioco... io per essere sempre leale con lui non me lo sono nascosta alla fine visto che mancava almeno 4/5 giorni a settimana potevo nasconderlo benissimo ma nn l'ho fatto... è vero che sono arrivata al punto di diventare una droga questo gioco x me ma era il bisogno di stare con altra gente e tenermi impegnata... perchè ho sempre desiderato essere impegnata e lo chiedevo a lui stesso di trovarmi anche un lavoro o qualcosa ma niente.... non amo la solitudine... e lui lo sa benissimo xkè quando mi ha conosciuta lavoravo e avevo un sacco di amici.... uscivo raramente xkè papà non voleva ma ero felice xkè x tutta la settimana stavo impegnata e tutto il resto.... cmq questo gioco ci ha portato a molte liti... lo riconosco ho esagerato ma ho portato anche lui ...l'ho coinvolto e lui che faceva? entrava solo x controllare... purtroppo questa cosa lo faceva e lo continua a fare ... per lui avere il controllo è come respirare... cmq quando anche la piccola è cominciata ad andare all'asilo ho coinvolto le mie cognate le mogli dei miei fratelli a provare la danza... esattamente zumba fitness... ci andavamo la mattina 3 volte a settimana per quasi un anno... la mia seconda figlia faceva danza li e come tutte le scuole c'erano anche le gare.. la sua prima gara lui non c'era era fuori x lavoro e l'ho accompagnata insieme ai miei genitori e fratelli... era la prima volta che uscivo dal paese senza di lui sembra strano ma l'effetto di essere libera è stato forte... nn avevo paura di come camminavo o con chi parlavo ridevo e scherzavo... dico questo xkè anche se ridevo e scherzavo con miei fratelli lui mi guardava strana e alla prima occasione me lo rinfacciava...cioè mi sentivo sempre gli occhi addosso per qualsiasi cosa e stavo in suggezione... anche per le gare che in tutte sono state 3 è stato un problema... sempre discussioni anche se poi diceva che gli stava bene... cioè prima criticava poi diceva che non era vero... in quell'anno anche noi abbiamo fatto una gara... cioè io e le cognate... una bellissima esperienza e unica ... c'era anche lui da una parte sembrava serio dall'altra gli piaceva... dopo questa gara aveva sempre da dire qualcosa ... sempre fin quando non ho più sopportato e mi sono rinchiusa di nuovo in casa... questo nel 2010... stavo sempre nervosa agitata e in sugezione fin quando non sono stata male... dolori allo stomaco petto spalle... mi son presa di paura e con la compagnia di mia cognata ho fatto tutti i controlli... avevo ansia attacchi di panico... alla fine era inizio di ulcera causati da troppi caffè sigarette ansia e nervisismo... so solo che mi hanno imbottito di tranquillanti xkè piangevo di continuo e altre cure... da allora ho reagito alle sue manie di controllo rinfacciandolo... ma lui negava... reagito a quando mi diceva che nn sapevo fare la mamma... diciamo che da allora si litigava spesso.... dopo 2 anni circa ritorno alla scuola di ballo xkè nn ce la facevo + a stare in casa... nel frattempo i ragazzi crescono e ogni volta lui gli permette tutto e poi se la prende con me dicendo che nn so dare regole... sempre a lamentarsi di tutto... mi sa sola chiama 648641541 volte ... andavo a scuola di danza e quando era qui era sempre nelle zone... mi sono ritrovata al punto di sentirmi soffocare dove ero io c'era lui ma come dice lui era solo x caso.... x caso può essere se passi 1 una volta ma se esco davanti la scuola 1 2 3 4 e ti vedo passare sempre non è un caso... e sentirmi dire da persone che nn ci conoscono, allieve della scuola, dirmi ooo tuo marito ti tiene d'occhio eh... è bruttissimo.. c'è stato un periodo che andavo tutti i pomeriggi fino a sera xkè sostituivo la propritaria della scuola quando non c'era e stavo in segreteria... eravamo diventate amiche.... e un giorno poteva diventare lavoro definitivo.... cmq i suoi controlli ossessivi le sue lamentele mi hanno portato a mollare tutto... per l'ennesima volta... ero arrivata al punto che stavo a girare in macchina x non stare a casa a sentire le sue lamentele e litigare... poi mi sono rinchiusa dinuovo.... da quando sono peggiorate le cose circa 5 6 anni mi sono allontanata da lui... diciamo nn facevo più il mio dovere di moglie ... essendo spesso nervosa non ne avevo voglia.. oppure se il giorno aveva solo criticato e lamentato di tutto non accettavo il fatto che arrivati a letto diventava dolce e tranquillo... è arrivato al punto che provava a farlo mentre dormivo... discussioni anche per questo... poi ho scoperto che mi criticava con i miei fratelli e anche con altri.. che nn sapevo tenere casa come si deve che nn cucinavo ai figli... che pensavo solo a me.. l'unica mia colpa a suo confronto è la casa... lui era abituato alle manie di pulizie e io nn sono maniaca ma per il resto tutte cose gonfiate di brutto... e le ho sapute queste cose dalla mia amica xkè lui le aveva detto al marito... premetto che l'aveva visto solo un paio di volte... perciò se mi ha criticato con una persona che nemmeno conosceva figuriamoci con chi è vicino... queste sono solo poche cose...in pratica non so fare niente... che anche su me stessa non sono in grado... i figli non li ho saputi crescere e dare regole... ma se io dico no su qualcosa ma poi lui permette io che potere ho... e cmq sono orgogliosa di come li ho cresciuti per la maggior parte sola... a casa e faccio pena.. e se mi serve 5 euro li devo chiedere e dire anche il perchè... sempre a lamentarsi che si spende troppo ma sto troppo non lo vedo visto che io stessa non compro mai niente... sono arrivata al punto che se devo comprarmi un pacco di sigarette chiedo ai miei figli e questo l'ho fatto notare a lui ma dice: no deve essere il contrario e poi se ti lascio soldi tu nn sei capace te li fai mangiare da loro, e nn è vero xkè sono molto responsabili... esco e me lo ritrovo dietro... premetto che sto settimane chiusa a casa... ci sono i figli a casa lui chiama tutti tranne me e chiede a loro... loro escono e mi chiama centinaia di volte... sta a casa anche lui si incolla addosso senza farmi respirare dopo un po comincio a nervosirmi e si comincia a litigare x ore... oppure la notte sempre a dire qualcosa si mette li e perche sei così e xkè nn ti fai la tua strada e se gli dico anche quello che da fastidio di lui dice che nn è vero e che se è cosi è per amore... questo nn è amore è ossessione secondo me...cmq i miei figli sono arrivati al punto che a casa con noi nn ci stanno +.... la piccola ha paura di rimanere con noi quando i più grandi escono.. piange trema... ma ultimamente ha trovato anche lei come ''scappare'' da casa ... più delle volte va dai nonni... e io rimango a casa con lui a litigare tutti i santi giorni.... l'altro giorno ho pure detto ai miei figli quando eravamo seduti a tavola che o cambiano e stanno a casa con noi o io me ne vado di casa piuttosto che rimanere a litigare...nn mi hanno presa sul serio oppure lo sperano nn lo so... nn si sbilanciano più di tanto... so solo che quando lui nn c'è stiamo a tavola e si ride e si scherza... li sento più vicini... li osservo spesso e sto notando le differenze... ora mi trovo sola che sono usciti tutti e sono tranquilla..ma appena torna lui torna l'ansia... dai modi di fare gli sguardi che da mi sento in suggezzione... se si fa tardi non dice di andare a letto ma comincia a fare avanti e dietro per casa agitato ... se mi alzo presto la mattina mi dice: che fai nn riesci a domire.. se mi alzo tardi è perchè la sera nn riesco a dormire... sempre una critica... mi sono accorta che sto bene sola cioè senza di lui... ma mi sento confusa... ho fatto ricerche su internet e tutte queste cose mi portano al risultato di violenza psicologica... li ho lette ieri e ieri sera appena si avvicinava mi innervosivo ancora peggio del solito... ci sono volte che desidero veramente di andare via anche se starei in una stanza ma libera tranquilla e serena xkè mi sto accorgendo di stare sempre più male ma allo stesso tempo penso il male che sta lui vedendomi lontana... consiglio perfavore

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 06/09/2016 - 11:59

Gentile Michela,
la vita della casalinga, se ripara dallo stress del lavoro e di dover spesso con molta difficoltà conciliare lavoro e famiglia, può esporre a problemi e disagi di vario genere. In maniera analoga anche un legame sentimentale, se da una parte è un sostegno, dall'altra, se il rapporto è squilibrato e comporta il sacrificio eccessivo di bisogni e desideri, può diventare fonte di disagio.
Penso dovrebbe cercare di riequilibrare il rapporto matrimoniale, iniziando dalla comunicazione.
Può provare ad andare da una/o psicologa/o psicoterapeuta da sola e vedere se si ottengono dei cambiamenti.
Se ciò non avvenisse, sarebbe necessaria una terapia di coppia.
Cordiali saluti