Francesca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 31/08/2016

Vercelli

Un incubo da cui non so uscire

Buongiorno....ho deciso di scrivere qui perché è ormai davvero troppo tempo che va avanti la mia situazione e mi sta logorando!ho 27 anni e da un anno e 5 mesi ho interrotto la mia relazione di ben 11 anni!con lui sono cresciuta ed ho condiviso tutte le esperienze della mia vita!ero follemente innamorata e pur di stare con lui ho sempre accettato di tutto, nel senso che ad un certo punto ho dimenticato cosa amassi e volessi davvero io ed ho iniziato a fare solo ciò che amava davvero lui, convincendomi che andava benissimo tutto anche a me!eravamo 2 studenti universitari e quindi, come ben si sa, la vita da studente è una vita fatta di rinunce ma allo stesso tempo di programmi e progetti futuri da realizzare!ho rinunciato sempre a tutto, regali, vacanze...insomma a tutto e soprattutto senza che questo mi pesasse!io amavo lui....il resto non contava!il punto è che oltre ai nostri problemi di coppia dovuti ad una situazione provvisoria e ai nostri studi, la sua famiglia e le sue sorelle non aiutavano ne me ne lui ad andare avanti!si sono spesso comportati malissimo con me, ma quello che mi feriva non erano loro, era lui...la sua indifferenza per ciò che mi facevano e il suo giustificare sempre tutto ed incolpare spesso me di troppe cose!1 anno e sette mesi fa ho preso la decisione di lasciarlo....l'ho fatto dopo circa 2 anni di problemi....io correvo con gli esami per realizzarsi ed uscire da una situazione di stallo, lui rallentata con gli studi....le sorelle si rivolgevano malissimo e senza motivo nei miei confronti, e lui lasciava fare nonostante gli chiedessi perché non avesse mai reazioni ai loro atteggiamenti.....insomma sono scoppiata!ho preso la decisione di chiudere ma non l'ho mai fatto veramente!in questo periodo mi sono trasferita, ho trovato un lavoro....ma spesso ci siamo risentiti e visti...ma quando realizzavo che era tutto come prima che le difficoltà restavano le stesse, scappavo!ho provato ad andare avanti e ad uscire con altre persone, ma nulla....nessuno mi è interessato!ora ci siamo risentiti ed è sempre la stessa situazione!non cambia....ma sto vivendo un incubo....perché so cosa voglio e cosa desidero, ma non so reagire e voltare pagina!passo spesso giornate in casa a piangere....ma so nel mio cuore che per quanto sia legata ancora....non è l'uomo che fa per me!non mi ha mai trattata come una donna....ero il l'uomo!oggi ho bisogno di altro ma sono ossessionata dal passato!come devo fare per uscirne?per trovare una serenità che mi manca da troppo tempo?posso amarlo ancora o è finita perché so che non è l'uomo che fa per me ma ho paura di perdere 11 anni di ricordi?scusate se mi sono dilungata!ma non era per nulla semplice riassumere il tutto in poche righe!grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 31/08/2016 - 19:51

Gentile Francesca,
non è facile a volte chiudere una storia, come lei sta sperimentando. In questi casi penso dovrebbe fare un tentativo, con l'aiuto imprescindibile di uno psicologo psicoterapeuta, di rendere ottimale la comunicazione con il suo ex.
Infatti in tal modo è possibile che troviate il modo per uscire dall'impasse.
L'aiuto dello psicologo è essenziale per trovare strade diverse da quelle finora battute che non hanno portato i risultati desiderati.
Cordiali saluti

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 31/08/2016 - 20:32

Buonasera Francesca, è sicura che sa veramente quello che vuole? Sinceramente leggendo il suo racconto mi sembra di percepire una grande confusione, forse dovuta al fatto che non è veramente convinta della decisione presa. Ovviamente la mia è soltanto un'ipotesi e potrei sbagliarmi.
Se è sicura di voler chiudere la storia con questo ragazzo, probabilmente le sue difficoltà sono legate al fatto che non ha elaborato adeguatamente questo evento. La fine di una relazione amorosa importante, infatti, può rappresentare un vero e proprio lutto e può essere, quindi, estremamente difficile da gestire. Le consiglio di valutare la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare in questo processo.