Alessandra domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/07/2016

Problemi di Coppia

Cari Dott.Psicologi ,
ho 29 anni e da 3 anni convivo all'Estero con il mio attuale fidanzato, la storia è molto lunga non saprei da dove cominciare, mi sono trasferita all'estero perchè ero pazza di lui e volevo riuscire a conquistarlo, lui è italiano e a parte poche uscite insieme non avevamo mai avuto una relazione prima. Io non lo conoscevo,ma volevo stare con lui, un amore a prima vista. Sono arrivata nel Paese straniero come per sfida e volevo conquistarlo,sono una persona molto determinata e dopo poco ci siamo innamorati e abbiamo iniziato a convivere.
La convivenza peró è sempre stata burrascosa all'inizio,lui probabilmente non era cosi' innamorato , era molto irrascibile, spesso violento , brusco, arrogante, non mi rispettava, non mi ha mai picchiata, ma ha avuto atteggiamenti a volte eccessivi, si arrabbiava per cose che per me sono banali, i primi due anni sono stati terribili e man mano è migliorato sempre piu fino a diventare quasi un ragazzo adorabile , sempre disponibile e premuroso, mi fa la cena, mi pulisce la casa, mi asseconda spesso e volentieri, credevo di essere riuscita con l'amore a smussare il suo carattere arrogante, invece da un po di tempo a questa parte sta riniziando ad avere nuovamente scatti d'ira eccessivi per cose davvero banali. Per esempio ha commentato un film e io gli ho dato del maschilista e lui ha iniziato a sbattere le porte e a offendermi, ha dato un calcio al letto, io ho cercato di trattenerlo perchè volevo si calmasse e mi ha spinta . Ora io non riesco a capire se i suoi atteggiamenti sono "normali" oppure se devo iniziare ad aver paura e starne alla larga? Un altro punto che vorrei considerare è che penso che in casa comando io , non lo faccio di proposito, ma sono quella che guadagna di piu, spesso decido le cose, cosa comprare, dove andare , ecc.. Non lo faccio come un' imposizione, ma mi sento abbastanza decisa e lui spesso mi asseconda .. Credo forse che questo assecondarmi sia in parte la causa della sua frustrazione. Delle volte e' come se si sentisse sminuito da me , in passato ha commesso troppi errori per cui ora spesso gli rinfaccio le cose, oltrettutto mi sento piu forte perchè dopo tutte le cose che mi ha fatto Sa che se sgarra mi perde . Per cui sono diventata piu sicura di me e non gli permetto piu di sbagliare. ma l'altro giorno mi ha di nuovo fatto le sceneggiate , solo perchè gli ho dato del maschilista... urlava parole pesanti, andava avanti e indietro per la casa e poi non voleva essere seguito, io come al solito invece dopo una lite voglio discuterne, allora spesso lo blocco per guardarmi in faccia e discuterne e lui mi spinge e cerca di sfuggire o si chiude in un'altra stanza. Una volta dalla rabbia mi ha presa a cuscinate. Insomma è un ragazzo dalla doppia personalita' .la maggior parte delle volte sembra un angelo , poi diventa arrogante per una frase sbagliata.. mi accusa anche inoltre di non apprezzarlo e di non andare spesso a letto con lui...si sente sminuito e non apprezzato anche da quel punto di vista... io non lo rifiuto mai,ma dopo i vari problemi che abbiamo avuto ho difficolta' a saltargli addosso di mia spontanea volontà. .. Vorrei capire dove sbaglio anche io.. È vero che sono spesso molto critica e senza volerlo forse lo sminuisco... Vorrei capire se invece non c'e molto da fare con uno così perchè forse sara' sempre peggio?
Grazie per il vostro supporto .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Lucia Catiuscia Balloi Inserita il 12/07/2016 - 19:19

Buongiorno,
È una situazione molto particolare e va affrontata con cautela. Questa non è la sede giusta per un problema di questo tipo. Si rivolga ad uno psicoterapeuta sistemico famigliare e valutate per sedute di coppia o individuali.
Se abbitta a Cagliari mi contatti.