Marti domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/06/2016

Agrigento

Rapporto di coppia

Sto insieme ad un ragazzo da poco tempo. Lo conoscevo da un paio di mesi prima, ha fatto di tutto per conquistarmi e non avrei mai pensato mi fosse piaciuto e che ci saremmo messi insieme. Ha diverse premure verso di me e il che mi fa piacere, perchè dopo tante delusioni, finalmente sto meglio con una persona che quando siamo assieme, mi dimostra di tenerci, però c'è qualcosa che manca. Lui lavora e io studio. Ci vediamo 2 volte a settimana e se tutto va bene 3. Ci organizziamo con i giorni visto che lui lavora per cui è impossibile vederci tutte le sere ma mi sento come se avessimo troppo fissato quando vederci. Mi spiego, una coppia a mio parere deve vedersi tutte le volte quando sente il bisogno senza fissare il giorno. Quando va a lavorare, non mi dice mai di stare un po' tempo prima insieme. Esce spesso con gli amici e io ho il quasi timore loro possano diventare più importanti di me. Attenzione, è giusto che ognuno abbia la sua vita ma non vorrei che a lungo andare, io passassi in 2° piano. A volte ho la sensazione lui non mi dica sempre la verità, per esempio: sparisce per ore. E quando l'ho reso partecipe di questo mio pensiero, si è quasi offeso. Sono sempre maschi e io penso che se la donna non sta con l'occhio vigile, rischia di "farsi fare le scarpe" dalla persona che le sta accanto e che intanto dice di amarla.
Vorrei vivere serenamente questo rapporto. Anche se ci vogliamo tanto bene, c'è qualcosa che non torna, e non so se questa mia diffidenza che prende appena c'è un ragazzo, sia un segnale oppure qualche residuo lasciato dalle mie precedenti delusioni.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Francesco Battista Inserita il 20/06/2016 - 13:44

Ciao Marti, da quello che hai scritto mi vengono alcune riflessioni. Innanzitutto sottolinei più volte le delusioni che hai avuto nei precedenti rapporti, come se le ponessi tutte alla stessa stregua. Hai notato se c'è un filo conduttore? Che cosa le accomuna? Solitamente tendiamo a ripetere gli stessi comportamenti nelle relazioni che abbiamo e questo fa sembrare le storie molto simili, come se "ci capitasse" sempre lo stesso tipo di uomo, quando in verità è che noi siamo portati a trovare un uomo con quelle caratteristiche perchè siamo noi che non facciamo altro che ripetere un "pattern" che abbiamo precedentemente appreso.
Sicuramente il prefissare le volte in cui vedersi non giova alla coppia, in quanto fa scivolare ben presto il rapporto nella routine. Il fatto che abbiate situazioni di vita diverse (lui lavora, tu studi) fa sì che lui abbia dei tempi più ristretti e forzatamente più delineati rispetto ai tuoi, amplificando il tutto. Riuscire a trovare un equilibrio non è facile ma possibile, soprattutto visto che è poco che state insieme e i meccanismi non sono ancora del tutto oleati.
Sarebbe da approfondire il fatto che tu hai la sensazione che "non ti dica sempre la verità: sparisce per ore": avere qualche ora per se stessi è importante, dover stare in contatto senza soluzione di continuità rimanda ad un rapporto simbiotico , che può essere utile e funzionale nel primo periodo ma che alla lunga, se non evolve alla fase successiva, può evidenziare delle problematiche. Tematiche relazionali come il possesso e il controllo non giovano a nessun rapporto. Bada bene che non conoscendo nello specifico la situazione, cerco di rimandarti alcune sensazioni che mi sono passate dal tuo scritto. Per qualsiasi altra domanda o chiarificazione resto a tua disposizione!