francesca11111 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/07/2014

Cagliari

Voglio uscire da questo buco nero

Salve, ho 17 anni e da mesi sto male...Non mi piace lamentarmi e mi da noia affrontare questi discorsi, ma devo trovare un modo per uscirne. Sto con un ragazzo da due anni e 4 mesi il nostro rapporto è diciamo “malato” ci siamo lasciati varie volte lui in passato non si è comportato bene ma neanche io , lui da quando ho fatto degli errori mi ha torturato psicologicamente, io accettavo tutto mi sono sottomessa a lui completamente e mi sono riempita di fragilità, debolezze, malessere, ho iniziato ad avere dei disturbi alimentari simili alla bulimia perché mi strafogavo per sfogarmi dai miei problemi, il mio peso ha iniziato ad oscillare perché a questi periodi si alternavano settimane in cui mi mettevo a dieta e mangiavo pochissimo. Tutt’ora ho questi problemi ad esso meno accentuati, ma il cibo è il sempre il mio pallino fisso. Non riesco a fare una bella mangiata e non sentirmi in colpa, infatti a volte mi viene da mettermi due dita in gola e vomitare, soltanto la paura mi frena! Con il mio ragazzo si litiga spesso, lui non mi sottomette come prima ma ha sempre degli scatti d’ira e io continuo a sentirmi in colpa anche se magari non ho fatto niente, non sono capace di essere obiettiva, ho poca autostima e ogni volta crollo nel mio malessere. Mi è sparita la voglia di uscire e ho una grande rabbia dentro è come se adesso stessi soffocando le mie emozioni...io non ero cosi

Grazie della disponibilità ve ne sono molto grata…

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marta Cogo Inserita il 30/07/2014 - 16:55

Gentile Francesca,
quello che ci racconta è un disagio complesso nel senso che è intriso di varie sfaccettature e modalità di esternarlo. Il fatto che lei definisca la sua relazione come "malata" mi porta a pensare che essa stessa sia fonte di malessere nel suo modo di vedere e per questo da prendere in considerazione. Contemporaneamente il disturbo alimentare ha il compito ingrato di mettere in luce le sue profonde difficoltà che, a mio avviso, dovrebbero essere affrontate al più presto con un collega psicologo-psicoterapeuta. Non abbia paura di cominciare un percorso che può aiutarla a comprendersi meglio e a trovare nuove strade percorribili per vivere serenamente. Buon viaggio dentro a se stessa!