Cami domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/04/2016

Verona

È normale?

È la normalità?
Sono fidanzata da due anni 26 io 30 lui, dopo un anno e mezzo siamo andati a convivere. Per i primi mesi di conoscenza come credo sia normale abbiamo avuto un bellissimo rapporto che è perdurato nel tempo fino ad oggi, ci capiamo e abbiamo molte passioni in comune...da subito però ho notato la sua freddezza, inizialmente compensavo io con coccole, messaggi, gli chiedevo sempre io di fare l'amore, poi ho iniziato a staccarmi, sono diventata come lui, sei mesi fa gliene avevo parlato. Lui aveva capito questo mio malessere ed è cambiato ma per poco, nel periodo in cui è cambiato io mi sono sentita meglio ma poi a ritrovarmi quasi con un amico più che un compagno in casa ho deciso di riaffrontate l argomento a 6 mesi di distanza, lui di nuovo si è dimostrato comprensivo e ha iniziato ad essere più affettuoso ma io non riuscivo più a provare alcuna emozione. Mi sento svuotata, lui ora è perfetto ma a me le carezze e parole d affetto non arrivano, non so come spiegare...tutto questo mi ha mandata in una crisi profonda, non so se aspettare e vedere se queste cose mi arriveranno o se forse questa cosa mi ha così logorata da allontanarmi per sempre...lui mi ama ed è davvero una brava persona ma io non so, non sento più nulla se non un grande affetto per lui..è possibile che dopo soli due anni di storia si possa già essere a questo punto? Ora l idea di sposarlo magari un giorno mi crea ansia e non mi rende felice come prima..sto davvero male, non faccio altro che pensarci... Non capisco se sono io ad essere immatura e non capire che il nostro amore si è trasformato come succede dopo tempo nelle coppie, o se semplicemente si è spento...spesso siamo a casa insieme ma non c'è intimità, carezze abbracci...io vorrei solo sentirmi amata e adesso che lui vorrebbe farmi sentire così nonostante i suoi ottimi comportamenti io non mi ci sento...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 28/04/2016 - 20:55

Gentile Cami,
per rispondere alla sua domanda (E' normale?), andrebbe detto che in realtà non è tanto la normalità o la anormalità il problema, ma quanto Lei stia soffrendo e perché.

Ci sono alcune domande che andrebbero poste per approfondire la questione.

Potrebbe trattarsi di una chiusura, un'anestesia emotiva dovuta alla delusione. Potrebbe essere dipeso cioè dal fatto che Lei è dovuta arrivare a chiedere qualcosa che pensava fosse scontato in una relazione.
Potrebbe dipendere dal fatto che il suo compagno per un periodo abbia cambiato il suo comportamento, divendendo più affettuoso, quindi Lei ha compreso che se vuole lo può fare.

Oppure potrebbe anche trattarsi di una parte della sua personalità che la spinge a desiderare solo quando ha una sfida.

Difficile dirlo senza le domande di cui parlavo prima.

Le consiglio quindi un paio di colloqui, anche online, per chiarire questa dinamica e scoprire cosa fare perché non la faccia soffrire.

Qualora volesse approfondire, mi contatti tramite il sito.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino.