Greta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 19/02/2016

Catania

Perché sono così Aggressiva verso il mio fidanzato?

Salve ho 19 anni e sono fidanzata quasi da 6.. 4 anni fa però ci siamo lasciati per un periodo ci sono stata malissimo ..e lui mi cercava solo per soddisfare i suoi piaceri da maschio e io innamoratissima glielo permettevo.. Ma lui subito dopo spariva, diceva pure di amarmi ed io ero così arrabbiata perché permettevo di farmi una cosa del genere.. Adesso è cambiato tanto.. Ha fatto tanti cambiamenti per me è spesso parliamo di un futuro insieme di figli e matrimonio anzi se potessimo facevamo tutto adesso ma non stiamo bene economicamente per tirare su una famiglia. Dunque spesso litighiamo per cavolate perché io me la prendo per tutto mi fido poco e spesso quando litighiamo do schiaffi e pedate lui all inizio non mi reagiva poi dopo un po' ha iniziato a reagire ma sempre non con forza anche se penso che mi meritavo peggio.. Sto malissimo di questa cosa e non capisco perché sono così se c è qualcosa della mia vita che mi ha colpito tanto mio padre nn mi ha mai alzato un dito anche se 5 anni fa i miei si sono separati sono esasperata non lo voglio perdere gli ho detto che se lo rifaccio mi deve lasciare definitivamente ma che non succederà più.. Cosa può essere? Aiutatemi... Non voglio perderlo..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 20/02/2016 - 19:03

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile Greta,

non starete correndo troppo? perchè non vi vivete con serenità la vostra giovane storia, senza aspettative, senza pretese?
Per quanto riguarda il tuo comportamento, è difficile formulare delle ipotesi sulla base delle poche informazioni che ci hai fornito. Potresti chiedere un consulto ad un collega della tua città e farti aiutare a comprendere le origini della tua aggressività.

Resto a disposizione
dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo Vomero, Melito, Pompei, San Giuseppe Vesuviano
Terapia individuale e terapia di coppia
www.psicodialogando.com

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 20/02/2016 - 16:19

Gentile Greta,
è difficile risponderle senza fare delle domande precise e ascoltare altri particolari della sua vita.

Tuttavia sembra che Lei in passato abbia avuto comportamenti eccessivamente passivi ed ora non sa come fare a controllare i comportamenti che si scatenano quando prova particolari emozioni.
Potrebbe trattarsi di uno schema comportamentale non completo: Lei vuole reagire per non essere passiva e sentirsi "usata" come accadeva in passato, ma non sa come fare a farlo in modo controllato.

Ha deciso di reagire, ma l'emozione è velocissima e le fa alzare le mani invece di discutere e farsi rispettare con le parole. Forse con gli altri riesce a trattenersi, mentre con chi ha confidenza no, ma questo andrebbe approfondito.

Verrebbe da pensare che le emozioni di cui parlo siano solo la rabbia e la frustrazione. In realtà credo che la prima emozione che deve imparare a gestire sia la paura.

La rabbia, infatti, è spesso è preceduta dalla paura. Paura di non essere compresi, di essere abbandonati, di essere criticati, di essere vittime, di essere usati, ecc...
Non possiamo fare a meno di provare queste emozioni; dobbiamo imparare a riconoscerle, a capire quando stanno arrivando e rimanere con i piedi per terra, senza che l'emozione prenda il sopravvento.

Questo non significa soffocare le emozioni, ma imparare un comportamento che si attivi prima delle mani, un comportamento che ci tuteli dalle ingiustizie, senza farci passare dalla parte del torto.

Le consiglio quindi un percorso di gestione delle emozioni con uno psicologo, che le insegnerà tecniche e metodi per riuscire a farsi rispettare senza dover ricorrere a reazioni fisiche, anche perché reagire alzando le mani potrebbe costarle conseguenze serie, specie se dovesse accadere con altre persone.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino. Psicologa.