Calipso domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/05/2014

Ancona

fantasmi del passato e dipendenza affettiva?

Salve,
Sono una ventenne con un duro passato: l'infedeltà tra i miei genitori, un padre morto di cirrosi epatica, a 18 anni fui vittima di un tentato abuso e sfiorai l'anoressia. Credo tutto questo influisca sul mio modo di vivere le relazioni. Feci l'amante per 3 anni di un giovane, poi incontrai Lui. Stronzo ed infedele cronico, usando le sue parole. Ci frequentiamo da un anno, ma continua ad avere rapporti con la sua ex. Ed io non riesco a dire basta, a dire "così non mi va bene". Anzi, lo aspetto tutte le volte che torna da me, lo ascolto, e lo vizio. Anche sessualmente la soglia piacere-dolore con lui è sottile. Nei brevi attimi di lucidità capisco di dover mettere un punto, ma non ci riesco. Ho paura dell'abbandono? Non mi amo? Porto addosso i segni di un passato mai superato?
Grazie per l'ascolto!

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 23/05/2014 - 18:11

Milano
|

Gentile Calipso, è praticamente impossibile capire, senza una conoscenze della sua storia personale, se i segni del passato possano influenzare la sua vita presente e in che modo. Di certo ogni persona è il frutto della sua storia personale e anche di quelli che sono venuti prima; ogni persona è fatta di ricordi, emozioni, fantasie, sentimenti, condizionamenti sociali e culturali...senza la propria storia una persona non sarebbe niente. C'è qualcosa che ritorna, l'infedeltà che parte da lontano..

Dott.ssa Elisa Sala Inserita il 08/06/2014 - 13:02

Gentile Calipso,
le ferite e i traumi subiti nell'infanzia generano grandi vuoti emotivi che si tenta poi in futuro di colmare in ogni modo , diventando dipendenti da nuove figure spesso anch'esse abusanti.
I meccanismi psicologici che ci mettono nelle braccia di persone che ricalcano il modello familiare o di chi ci ha abusati è complesso, un motivo fra tutti potrebbe essere quello che inconsciamente pensiamo di non meritarci un amore vero, un amore pulito.
Le consiglio un percorso di sostegno psicologico che l'aiuti ad uscire da queste dannose dipendenze affettive.
Cordiali saluti
Dott.ssa Elisa Sala

Dott.ssa Paola Maniga Inserita il 10/06/2014 - 12:08

Buon giorno Calipso,
stare in una relazione serenamente significa aver imparato a volersi bene e sapere di "meritare" l'amore altrui.
Credo che sia giunto il momento per te di imparare ad amarti di più per poter costruire così relazioni amorose sane che ti facciano stare bene.
L'aiuto di uno psicologo potrà aiutarti in questo.
buona fortuna.
Dott.ssa Paola Maniga

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 24/05/2014 - 17:10

Cara Calipso,
in qualche modo il passato e le esperienze di vita influenzano sempre ognuno di noi, a seconda di come li abbiamo elaborati e vissuti.
Le risposte che cerchi probabilmente sono dentro di te, e potresti provare a scoprirle attraverso un percorso personale, con l’aiuto di uno psicoterapeuta. Certamente stai passando momenti di disagio e di incertezza che non ti permettono di vivere una relazione sentimentale serena; approfondire come ti senti in questa storia, cosa vorresti ci fosse di diverso, cosa pensi che ti freni dal prendere una decisione definitiva, potrebbero essere i primi punti da cui partire nella tua esplorazione.
Un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi