Martina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 31/01/2016

Problemi con il mio ragazzo

Salve a tutti,ho 19 anni e sono fidanzata con un ragazzo di 22 anni da ben tre anni. Ultimamente litighiamo spesso e da soli non riusciamo mai a trovare v punto di incontro,lui è un tipo molto orgoglioso mentre io sono quella che magari pur di non perderlo cerca sempre di metterci una pietra sopra anche se questa situazione sta iniziando a farsi pesante. Dieci giorni fa abbiamo discusso per un motivo abbastanza futile (per aver fatto festa a scuola perché il giorno prima non avevo studiato),mi ha detto che è stato un comportamento da immaturi ed io consapevole di ciò gli ho dato ragione. Ma dopo questa discussione lui non si fa sentire da 10 giorni. Ho provato a cercarlo e a parlargli ma lui ha continuato a ripetermi che voleva stare da solo e che per lui quei comportamenti erano immaturi. Qualche giorno fa è stato il mio compleanno,l'ho invitato alla mia festa anche se non mi rispondeva da giorni,si è presentato senza regalo e senza rivolgermi la parola,ha riso e scherzato con tutti tranne che con me e alla fine è andato via.
Io non so cosa fare,ho provato a dirgli tantissime volte che questo comportamento non mi sta bene,ma puntualmente siamo sempre punto e da capo. Se lo cerco,so che gliela darei vinta ancora una volta...ma dall'altra parte non posso continuare ad aspettare lui. Potreste darmi un consiglio?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 31/01/2016 - 20:57

Salve Martina,
premetto che gli psicologi non danno consigli (per quelli va benissimo un'amica), ma aiutano le persone a risolvere problemi più o meno complessi aumentando motivazione, autostima, definizione dell'identità, capacità relazionali, psicosessuali, conoscenza di se stessi, ecc.. attraverso colloqui psicologici.

Quello che potrebbe provare a fare è cercare di vedere la sua situazione sentimentale come se fosse una persona esterna, che la sta osservando da fuori.
Una persona che non conosce né Lei né il suo ragazzo e vi osserva come se fosse al cinema.

Cosa vedrebbe?

Il comportamento del suo ragazzo, da fuori, sarebbe visto come maturo, dal momento che è sparito senza spiegazioni?
Lo spettatore che vede questa ragazza soffrire per dei comportamenti voluti e cercati dal suo ragazzo, cosa potrebbe pensare? Perché questo ragazzo "fugge" per 10 giorni quando vede un comportamento immaturo nella sua ragazza? Perché scappa? Se davvero lui è così maturo, perché non l'aiuta in altri modi?

Ma soprattutto, perché questa ragazza cerca puntualmente di recuperare una situazione che la fa soffrire? Di cosa ha paura se "lo perde"? Cosa accadrebbe se succedesse?

Provi a farsi queste domande (ed altre che le venissero in mente) come fosse uno spettatore esterno.
Otterrà una visione della situazione più obiettiva rispetto a quella che ha adesso e riuscirà a vedere cose che ora non riesce a vedere. Ci metta tutta la fantasia che ha a disposizione.

Se volesse approfondire con una consulenza, anche online, mi faccia sapere.

Cordialmente,

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino. Psicologa, Roma

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 01/02/2016 - 16:21

Gentile Martina,
Penso che sia molto difficile per lei in questo momento capire che fare e come affrontare questa relazione.
Immagino che lei abbia riflettuto a lungo e che desideri cercare una soluzione.
Penso che possa essere utile che lei ragioni a fondo sulla sua relazione con questo ragazzo, su cosa lei vuole da se stessa e dagli altri. A disposizione, anche on line per affrontare con lei un percorso per comprendere meglio se stessa.
Dott.ssa Marchetto Christina
Www.christinamarchetto.it